A- A+
PugliaItalia
Bari, Cittadella della Giustizia Corte Europea deposita sentenza

E' stata depositata la sentenza della Corte Europea di Giustizia sulla vicenda della costruzione della Cittadella della giustizia a Bari. Vicenda per cui il Comune aveva attivato una procedura di infrazione per violazione delle procedure di trasparenza previste dalla normativa in materia di appalti nonché l’alternanza della libera concorrenza e del mercato. Oggi la Corte di Giustizia dell'U.E. con la pronuncia della sentenza - del 10.7.2014 -  ha accolto pienamente le tesi del Comune di Bari.

Il sindaco Antonio Decaro commenta così la sentenza, la cui notizia arriva durante i lavori della prima seduta di Giunta: “E’ una vittoria della città e delle regole democratiche. Questa sentenza restituisce ai cittadini e al Consiglio comunale il potere di incidere nelle decisioni del futuro sviluppo del territorio della nostra città".

"Non ho mai avuto, ne assunto, una posizione ideologica su questa vicenda", aggiunge Decaro, "Ho sempre detto che avremmo aspettato la sentenza per decidere i successivi sviluppi e per dare una risposta adeguata, e non più rinviabile alle esigenze degli uffici giudiziari. Ringrazio Michele Emiliano e i nostri legali Aldo Loiodice, Isabella Loiodice e l’avvocato civico Rossana Lanza per il risultato conseguito. Ora attendiamo il pronunciamento del Consiglio di stato”.

 

Tags:
baricomunecittadella giustiziacorte europeaconsiglio di statoemiliano
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.