A- A+
PugliaItalia
Coldiretti peperoncini

L’agroalimentare è una grande realtà economica e sociale, intorno alla quale si sviluppa un notevole indotto, e può rappresentare in Puglia, se opportunamente valorizzata, il motore di uno sviluppo diffuso per l’intera regione.

Con 2.355.992.000 euro di Produzione Lorda Vendibile (dati dicembre 2012) concorre alla ricchezza regionale, in valori assoluti, per oltre il 7% del PIL regionale, ben oltre la media nazionale.

La provincia di Taranto offre un notevole contributo, nonostante il disastro ambientale che si è perpetrato ai danni del territorio e della popolazione, alla Produzione Lorda Vendibile del settore agroalimentare pugliese che ha raggiunto quota 2.400.000.000 euro.

A Taranto è il secondo settore economico per numero di imprese iscritte alla Camera di Commercio con quasi 12mila realtà che creano un valore aggiunto di 540 milioni di euro con un saldo positivo pari al + 3,5% rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda l’industria alimentare, negli ultimi 10 anni è cresciuta particolarmente la dimensione media in addetti, soprattutto nella lavorazione e conservazione di frutta e ortaggi, di prodotti lattiero caseari e di paste alimentari. In pochi anni l’agricoltura jonica si è vista riconoscere l’alta qualità dei propri prodotti, legata a storia e tradizioni, ottenendo 6 DOC ‘Aleatico’, ‘Colline Joniche Taratine’, ‘Primitivo di Manduria’, ‘Lizzano’, ‘Martina Franca’, ‘Locorotondo’ e due IGT ‘Tarantino’ e ‘Valle d’Itria’ per i vini, una DOP ‘Terre Tarentine’ per l’olio extravergine di oliva e l’IGP per le ‘clementine del Golfo di Taranto’.

La spesa alimentare dei pugliesi nel primi 6 mesi del 2013 continua ad essere tra le più alte d’Italia. L’agroalimentare di qualità pugliese tiene e trascina gli altri settori decisamente in affanno.

La famiglia pugliese (2/3 componenti) spende in media ogni mese 419 euro per i consumi alimentari. Il capitolo di spesa più consistente riguarda carne (96 euro), ortaggi e frutta (74 euro), pane e farinacei (66 euro), latte, formaggi e uova (63 euro), oli e grassi (13,7 euro).

Coldiretti in Piazza Affari 6

Non ha subito flessione alcuna la spesa nei Mercati di Campagna Amica di Taranto. ”I risultati sono assolutamente confortanti – rivela il Presidente della Coldiretti di Taranto, Alfonso Cavallo -  dato che i nostri 16 Mercati provinciali, stabili e sulle piazze, confermano la grande opportunità offerta ai consumatori di acquistare frutta, verdura e altri prodotti della dieta mediterranea, considerati indiscutibilmente essenziali per garantire una buona salute e un importante elemento di crescita delle giovani generazioni”.

In un’epoca dei consumi globalizzati, a fronte della dilagante omologazione del gusto, la valorizzazione dei prodotti tipici locali consente la salvaguardia dell’identità culturale di un territorio e della sua gente.

La Coldiretti di Taranto, tramite le imprese agricole della rete di Campagna Amica, è fortemente impegnata a promuovere, valorizzare e tutelare le produzioni tipiche locali, nell’ambito dell’iniziativa “CIBI DI PUGLIA NELLA CITTA’ DEI 2 MARI ”, rientrata a pieno titolo nel calendario degli eventi del Comune di Taranto per l’estate 2013. Sabato prossimo, 10 agosto, a partire dalle ore 18,00, sulla centralissima e suggestiva Piazza Immacolata, saranno 30 i gazebo di campagna Amica, all’interno dei quali le imprese agricole della Coldiretti offriranno in degustazione e vendita i prodotti agroalimentari di qualità del territorio pugliese.

video cibo

Spazio al cibo di strada in Via Mignogna, dove i cittadini-consumatori ed i turisti potranno degustare i primi della tradizione pugliese e carne alla brace. L’evento è stato presentato nel corso di una conferenza stampa, a cu hanno partecipato Gionatan Scasciamacchia, Assessore allo Sport, Politiche del Lavoro, Politiche Giovanili e Associazionismo, Giorgia Strippoli,Assessore Pubblica istruzione, Cultura, Università e Beni Culturali. Cosimo Gigante , Consigliere Comunale con delega Promozione del Territorio e del Turismo e Cisberto Zaccheo, Assessore Attività Economiche e Produttive, Turismo, Spettacolo e Marketing Territoriale del Comune di Taranto.

“Proprio a Taranto – ricorda il Direttore della Coldiretti di Taranto, Aldo De Sario - il 12 maggio 2005 è nato il primo farmers’ market pugliese ed italiano per rispondere alle esigenze di sicurezza alimentare e calmierare i prezzi dei prodotti agroalimentari. Il Mercato di Campagna Amica è una delle iniziative fortemente volute dalla Coldiretti, facente parte del ‘Progetto per Una Filiera Agricola tutta Italiana’, strumento che ha determinato la crescita degli acquisti diretti dal produttore che hanno raggiunto il valore di 3 miliardi di euro e interessano più di 60mila imprese agricole tra cantine, cascine e malghe oltre a mille mercati degli agricoltori e alle botteghe di Campagna Amica. 

La percentuale degli italiani che acquista prodotti a denominazione, bio o dagli agricoltori tiene rispetto allo scorso anno, a conferma del fatto che la crisi non incide sul bisogno di sicurezza alimentare dei cittadini che continuano ad esprimere un forte interesse per le produzioni ad elevato contenuto salutistico, identitario e ambientale”.

 

Tags:
coldirettitarantocampagna amica
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.