A- A+
PugliaItalia
Emiliano preoccupato

A margine dell’iniziativa promossa dall’ANCI per la revisione del patto di stabilità, il sindaco di Bari, Michele Emiliano, ha evidenziato come la situazione finanziaria del Comune di Bari sia una delle più solide nel panorama italiano.

“La città di Bari ha liquidato tutti pagamenti dovuti alle imprese relativi al 2012, per un totale di 39 milioni di euro, e dispone di un avanzo di amministrazione di 190 milioni di euro, che però non possono essere utilizzati se non nel rispetto dei limiti fissati dal patto di stabilità".

"Solo allargando le maglie della normativa sul patto di stabilità, si potrebbero realizzare quegli investimenti necessari sui territori che avrebbero l’effetto immediato di rilanciare l’economia locale e nazionale".

"La situazione di Bari è tanto più singolare in quanto, nell’ambito dei tagli agli sprechi e della spending review, come attestato da una apposita commissione ministeriale, a fronte di una spesa stimata in 70 milioni di euro, l’Amministrazione è riuscita a risparmiarne 28, spendendone solo 42 e confermandosi al secondo posto in Italia tra i Comuni virtuosi".

"Ebbene, se i vincoli del patto di stabilità lo consentissero, quei 28 milioni risparmiati potrebbero essere utilizzati per investimenti.”.

Tags:
emilianoancipatto di stabilitàvirtuosofinanziaria
i blog di affari
Lions Club Lecce ringrazia azienda di Bergamo
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.