A- A+
PugliaItalia
Confindustria, 'Capitale Sociale Forza del Paese' . Quale per il Sud?

di Antonio V. Gelormini

A Bari, nella cornice del Teatro Petruzzelli (esterni compresi), il convegno biennale del Centro Studi di Confindustria "Il Capitale sociale: la forza del paese".

L'iniziativa è il più importante appuntamento del Sistema Confindustria del 2014, e coinvolgerà - nell'arco di due mezze giornate - un pubblico di imprenditori, manager, politici e giornalisti in arrivo nel capoluogo levantino.

Il Convegno, partendo dalla ricerca del Centro Studi e attraverso i pareri e le testimonianze di esperti, imprenditori e policy maker, si concentrerà sulle sfide principali che le istituzioni del nostro Paese sono chiamate a fronteggiare per favorire l'accumulazione, la crescita e lo sviluppo di capitale umano e sociale.

"La sfida globale si gioca sulla conoscenza - sottolineano da Confindustria nella presentazione del convegno -  che è il motore dell’innovazione e di ogni processo di cambiamento, dentro e fuori le aziende. Per produrre conoscenza occorre capitale umano e sociale qualificato".

"L’Italia è pronta? Non ancora", anticipa l'analisi dei ricercatori, "La popolazione presenta un ritardo nell’istruzione e nelle competenze, dovuto soprattutto a una formazione di qualità inferiore e di più breve durata. La scuola e l’università sono le principali istituzioni a cui è affidato il compito di formare le nuove generazioni, ma oggi sono chiamate a ripensare il proprio ruolo in funzione delle sfide, sempre più complesse, che i giovani affronteranno nel prossimo futuro".

squinzi
 

Il Convegno Biennale di Confindustria, con la ricerca svolta dal Centro Studi - in collaborazione con studiosi di diverse Università - mette a fuoco l’importanza del capitale umano e sociale per il destino dell’Italia, e offre alla pubblica riflessione un insieme di proposte di riforma, per colmare i ritardi sul fronte dell’istruzione e della formazione.

"Se vuole uscire dalla crisi, affrancandosi al contempo dalla bassa crescita che anche prima l'affliggeva, l’Italia non ha scelta: deve puntare sui propri talenti, deve scommettere sulla conoscenza", da queste considerazioni prendono il via i lavori che prevedono gli interventi, tra gli altri, di Fulvio Conti, Vice Presidente Centro Studi Confindustria, Alberto Baban, Presidente Piccola Industria, Alessandro Laterza, Vice Presidente Mezzogiorno, Ivanhoe Lo Bello, Vice Presidente Education, Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Nichi Vendola, Presidente Regione Puglia, Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Susanna Camusso, Segretaria Generale CGIL, Ignazio Visco, Governatore Banca d’Italia.

Concluderà i lavori Giorgio Squinzi..

Previsti 1600 invitati. A fare gli onori di casa sarà il Presidente di Confindustria Bari e BAT Michele Vinci.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Confindustria Bari Conv
 

IL PROGRAMMA

Venerdì 28 marzo 2014

- 14.00 Registrazione dei partecipanti

 

- 14.30 Indirizzi di saluto:

Michele Emiliano - Sindaco di Bari

Francesco Schittulli - Presidente Provincia di Bari

Domenico Favuzzi - Presidente Confindustria Puglia

 

- 15.00 IL CAPITALE UMANO E IL CAPITALE SOCIALE PER L’ITALIA

Luca Paolazzi - Direttore Centro Studi Confindustria

 

- 15.30 INVESTIRE IN CAPITALE UMANO

Ne discutono:

Valerio Battista - Amministratore Delegato Prysmian

Elena Cattaneo - Senatore a vita

Alessandro Laterza - Vice Presidente Mezzogiorno Confindustria

Michele Pellizzari - Professore di Economia Università di Ginevra

Angelo Petrosillo - Co-Fondatore BlackShape

 

- 16.40 INVECCHIAMENTO, IMMIGRAZIONE, CAPITALE SOCIALE

Ne discutono:

Giuseppe Bertola - Professore di Economia Edhec Business School, Nizza

Francesco Billari - Professore di Sociologia e Demografia Nuffield College Oxford University

Enrico Loccioni - Presidente Gruppo Loccioni

Lucrezia Reichlin - Professore di Economia London Business School

 

- 17.40 LE TESI CONFINDUSTRIA SULL’EDUCATION

Ivanhoe Lo Bello - Vice Presidente Education Confindustria

 

- 18.00 Intervento:

Stefania Giannini

Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

 

Sabato 29 marzo 2014

- 9.15 Indirizzi di saluto

Nichi Vendola - Presidente Regione Puglia

Michele Vinci - Presidente Confindustria Bari e Barletta - Andria - Trani

 

- 9.35 LE SFIDE PER L’EUROPA E L’AGENDA DELL’ITALIA

Interventi:

Miapetra Kumpula-Natri - Presidente Grande Commissione del Parlamento finlandese

Giuliano Poletti - Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

 

- 10.30 Ne discutono:

Alberto Baban - Presidente Piccola Industria Confindustria

Susanna Camusso - Segretario Generale CGIL

Maria Stella Gelmini - Deputato Forza Italia

Gian Maria Gros-Pietro - Presidente Consiglio di Gestione Intesa Sanpaolo

Alessandro Pansa - Amministratore Delegato Finmeccanica

Francesca Puglisi - Capogruppo PD Commissione Istruzione Senato della Repubblica

 

- 11.50 Sintesi dei lavori:

Fulvio Conti - Vice Presidente Centro Studi Confindustria

 

- 12.10 Intervento:

Ignazio Visco - Governatore Banca d’Italia

 

- 12.30 Conclusioni:

Giorgio Squinzi - Presidente Confindustria

 

Modera i lavori delle due giornate:

Sarah Varetto - Direttore Sky TG24

 

Tags:
confindustriabaricentro studisquinzipetruzzellicapitale sociale
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.