A- A+
PugliaItalia
Progetto Media

Salvaguardare la salute dei ragazzi e prevenire future patologie dovute alla cattiva alimentazione e alla sedentarietà: è questo l’intento che accompagna la seconda edizione del PROGETTO MEDIA. Un percorso che ha coinvolto gli studenti delle quattro scuole medie del Comune di Corato e che ha avuto come principale finalità quella di infondere la conoscenza e la cultura della prevenzione attraverso corretti stili di vita.

Un percorso formativo e informativo pensato  dall’Associazione onlus “Salute e Sicurezza”, dal Rotary Club di Corato, con il patrocinio del Comune di Corato e che ha trovato l’appoggio per il secondo anno consecutivo del Pastificio Granoro e della famiglia Mastromauro.

Conoscere e prevenire i pericoli e gli eccessi a cui gli adolescenti sono esposti, come l’obesità in primo luogo e poi il fumo, il consumo di droghe, l’abuso di alcool e il mito del rischio estremo alla guida è stato il comune denominatore di un percorso articolato nel quale i medici del reparto di Cardiologia e di Pediatria dell’Unità Ospedaliera coratina hanno offerto ai giovani studenti e alle loro famiglie l’opportunità di conoscere in tempo eventuali cattive abitudini legate all’alimentazione e le predisposizioni a patologie cardiache attraverso screening gratuiti effettuati dai medici dei due Reparti di Cardiologia e Pediatria dell’ospedale di Corato.

SSUP CNR06

“Abbiamo visitato 416 studenti – spiega il Dr. Paolo Loizzo che insieme a Claudio Paolillo, Vincenzo Tota e Maria Ceglia compone lo staff medico del progetto – su una popolazione totale di 540 studenti delle prime classi. Abbiamo riscontrato 25 casi di obesità, 72 di sovrappeso e 19 di sottopeso. Lo screening effettuato ha anche riscontrato alcuni casi per i quali è stata necessaria una ecografia cardiaca per una migliore diagnosi di vizi valvolari e insufficienza aortica. Il lavoro di studio sulla nostra giovanissima popolazione dunque, anche quest’anno, ci ha permesso di informare le famiglie, i giovani e cercare di creare consapevolezza di quanto sia importante lo stile di vita che ogni giorno conduciamo e che trasmettiamo ai nostri figli”.

Il PROGETTO MEDIA, così come avvenuto nella scorsa edizione, avrà la sua conclusione ufficiale aperta alla cittadinanza lunedì 3 giugno (alle ore 19.30) presso il Chiostro del Comune. Sarà una importante occasione per illustrare alla cittadinanza i risultati e il filo conduttore di un progetto che ha contribuito a diffondere cultura e non solo. Grazie all’intervento della famiglia Mastromauro il reparto di cardiologia dell’Unità Ospedaliera di Corato potrà dotarsi di nuove ed efficienti strumentazioni: quest’anno il Pastificio Granoro donerà un ecografo cardiaco portatile che qualificherà ulteriormente l’unità operativa garantendone maggiore efficienza nei soccorsi esterni all’ospedale.

granoro

E dopo le recenti disposizioni regionali che hanno scongiurato la chiusura del reparto di cardiologia dell’unità ospedaliera di Corato, il PROGETTO MEDIA porta a casa un ulteriore risultato.

“L’intervento della famiglia Mastromauro e del Pastificio Granoro – sottolinea il Dr. Paolo Loizzosempre vicino e sensibile alle tematiche che riguardano la salute e la prevenzione, ha sicuramente contribuito ad un radicamento nel territorio dell’attività del nostro reparto che grazie alle donazioni di strumentazioni mediche come l’ecografo cardiaco portatile potrà accrescere anche la sinergia con il reparto di Pediatria. Ed è anche grazie a questo tipo di interventi che l’U.O. di Cardiologia manterrà inalterata la sua struttura, continuando a fungere da punto di riferimento per il territorio. Basti pensare che da quando abbiamo in reparto i monitor per singolo letto i ricoveri da giugno 2012 fino ad oggi sono stati circa 600, nonostante i posti letto disponibili siano solo 6 a dimostrazione dell’alta efficienza del Reparto che ha accolto pazienti provenienti anche dal sud di Bari”.

Alla Cerimonia conclusiva del PROGETTO MEDIA interverrà, l’equipe medica coinvolta, il presidente del Rotary Club Corato, Maurizio Quinto e il Dr. Vincenzo Lionetti, Medico Chirurgo e Professore di Fisiologia presso la Facoltà di Medicina della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Istituto di Scienze della Vita, coordinatore a Pisa, di un altro lodevole progetto finanziato dal Pastificio Granoro, che potrebbe rivoluzionare il ruolo della pasta arricchita di Betaglucano dell’orzo come importante alleata per la prevenzione dell’insufficienza cardiaca post-infarto.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
alimentazionemastromaurogranorolionettipregetto mediacorato
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.