A- A+
PugliaItalia
Covid - 19, Marco Ranieri collaborerà col Sistema Sanitario di Puglia

Il professor Marco Ranieri, dell'Università Alma Mater Studiorum di Bologna, comincia da oggi a collaborare con la Regione Puglia e il suo Sistema Sanitario.

Ranieri Marco

A comunicarlo è lo stesso presidente Michele Emiliano: “Il prof. Marco Ranieri rafforza da oggi la nostra squadra. per affrontare l'emergenza Covid-19, con il compito di coordinare e integrare la rete delle terapie intensive".

"Lo ringrazio per la sua scelta – dichiara Emiliano - e ringrazio l'Università di Bologna e il suo dipartimento di Scienze Mediche, per averci concesso la sua collaborazione. Lavoreremo fianco a fianco per la lotta a questa malattia".

"La collaborazione del Prof. Ranieri sarà determinante anche per offrire alla Puglia l’esperienza che il medesimo sta facendo nel fronteggiare il Covid19 in Emilia Romagna - prosegue Emiliano - potendo così anticipare le mosse che devono essere compiute nel nostro territorio”.

Ranieri 3

"L’incarico è stato affidato al Prof. Ranieri nell’ambito di un più ampio accordo di collaborazione tra Regione Puglia e Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell'Alma Mater Studiorum", precisa ancora il presidente.

Marco Ranieri è nato a Bari a luglio del 1959 dove si è laureato in Medicina e Chirurgia e si è specializzato in anestesia e Rianimazione. Dopo un lungo periodo alla McGill University di Montreal e alla University of Toronto (CANADA) ha cominciato la sua carriera come Ricercatore dell’Università di Bari  e medico del centro di rianimazione del Policlinico di Bari.

Ordinario dal 2002, ha diretto i dipartimenti di anestesia e rianimazione degli ospedali Molinette (Università di Torino) e Policlinico UMBERTO I (Sapienza Università di Roma). Dal 2018 è Prof. Ordinario dell’Alma Mater di Bologna e dirige la terapia intensiva del Sant’Orsola di Bologna.

Ranieri rianimazione ospedale

È stato presidente della European Society of Intensive Care Medicine, è titolare di finanziamenti di ricerca erogati da agenzie nazionali ed internazionali e ha pubblicato i risultati delle sue ricerche nell’ambito della terapia intensiva sulle più importanti riviste scientifiche internazionali.

Il testo dell'accordo di collaborazione siglato:

ACCORDO tra PP.AA. AI SENSI DELL’ART.15 DELLA LEGGE N. 241/1990 per attività di collaborazione nelle azioni di gestione in emergenza da COVID-19 con il  Dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche dell'Alma Mater Studiorum, che si impegna a fornire alla Regione Puglia ogni attività tecnico-scientifica finalizzata a supportare l’organizzazione logistica dei presidi ospedalieri pugliesi individuati come Strutture dedicate al COVID – 19, in relazione alla strutturazione ed organizzazione delle postazioni di terapia intensiva, ai criteri di ammissione e dimissione, ed a protocolli terapeutici condivisi tra tutte le terapie intensive della Regione; in particolare, le attività oggetto del presente Accordo sono le seguenti:

1) organizzazione di una rete regionale delle terapie intensive e implementazione dei modelli gestionali;

2) integrazione della rete delle terapie intensive con le medicine d’urgenza e le pneumologie della Regione al fine di integrare l’attività ad alta intensità di cura (le terapie intensive), con l’attività a media intensità di cura (medicine d’urgenza e le pneumologie), strutturando dal punto di visto organizzativo e strutturale la continuità assistenziale tra prevenzione (medicina d’urgenza) - cura (terapia intensiva) e svezzamento (pneumologia) dei malati con insufficienza respiratoria acuta da COVID;

3) condivisione di protocolli attuativi di ricerche condotte dal DIMEC in modelli organizzativi e clinici da implementare nel sistema regionale e condividere tra i diversi operatori.

dea5

Le parti individuano, quale referente scientifico dell’Università, deputato allo svolgimento delle attività tecnico-scientifiche necessarie, il prof. Vito Marco Ranieri, docente ordinario di Anestesiologia presso il Dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche dell’Alma Mater, in qualità di esperto del trattamento delle diverse forme di insufficienza respiratoria acuta, nonché coordinatore di studi clinici randomizzati e controllati sull'efficacia della ventilazione meccanica.

Ranieri

Il rapporto di collaborazione avrà durata sino al 31 luglio 2020 (coincidente con il termine di scadenza dello stato di emergenza dichiarato dal Governo) ed il prof. Ranieri opererà in continuo raccordo con il Presidente della G.R., con il Direttore del Dipartimento Promozione della Salute e con i componenti della Task force all’uopo istituita.

(gelormini@affaritaliani.it)

----------------- 

Pubblicato in precedenza: Coronavirus, da un barese l'intuizione di due pazienti per ogni ventilatore

Loading...
Commenti
    Tags:
    codid-19 coronavirusmarco raniericollaborazione sistema sanitario pugliamichele emilianoospedali
    Loading...
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Coronavirus, lo speaker Luca Viscardi in Corsia fa una sorpresa a tutti
    Di Francesco Fredella
    Ginnastica casalinga in un metro quadro: piegamenti o flessioni
    Alessandro Gubbini
    Quel “Sottile” rumors, Coletta mette in Salvo La vita in diretta estate?
    Di Francesco Fredella
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.