A- A+
PugliaItalia
Lettieri
“Incalzato dagli esponenti di centrodestra Vendola scioglie finalmente il nodo sulla sua permanenza alla guida della Regione, in un impeto di responsabilità teleguidata dall’involversi del pasticcio nazionale che vede naufragare i suoi sogni di gloria in un agognato governo di sinistra e risvegliato dalla doccia fredda del ridimensionamento politico delle sue ambizioni, con la rimonta del PdL e il riconoscimento elettorale a Grillo".
 
Lo dichiara in una nota Luigi d’Ambrosio Lettieri, Coordinatore cittadino Grande Città di Bari del PdL, che aggiunge: "Resta a fare il presidente, ma a mezzo servizio, beninteso, in considerazione del fatto che ci avvisa tutti che continuerà a fare due lavori: il presidente di Sel e il presidente della Puglia".
 
"Dunque ammonisce chiunque si permetta di fare ancora campagna elettorale, intestandosene, invece, la legittimazione trincerato dietro il desiderio di offrire ancora un contributo alla scena nazionale attraverso cui continuerà a cogliere a piene mani dai palcoscenici della propaganda, come ha fatto in questi anni".
 
"Veramente una bella prospettiva per la Puglia scelta come base di combattimento da un presidente a mezzo servizio solo perché a Roma la poltrona si dilegua - conclude d'Ambrosio Lettieri -. Ci auguriamo nei prossimi giorni di poterci confrontare sui fatti e sui problemi reali di cittadini, famiglie, imprese, lavoratori che sono giustamente stanchi del racconto vendoliano ad uso e consumo di interessi di parte e privo di strategia programmatica e di politiche credibili di intervento”.
Iscriviti alla newsletter
Tags:
vendolaromapoltronad'ambrosio lettieri
i blog di affari
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
"Fermate il decreto": anche PIN scrive al Presidente della Repubblica
Super Green Pass, arriva il giorno della discriminazione sotto forma di legge
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.