A- A+
PugliaItalia
SIAIDIRITTI

Il 1 Maggio di quest'anno è ricco di concerti in tutta la Puglia, ma quello di Taranto ha dentro un'anima ricca di storie e significati.

Innanzi tutto il titolo:”Sì hai diritti e no ai ricatti” in una città dove il lavoro gravita tutto attorno all'industria dell'acciaio, fra dipendenti diretti e dipendenti dell'indotto, l'Ilva detiene il monopolio imprenditoriale del lavoro (o quasi), e lo esercita con arroganza e prepotenza. Questo significa che non fa tutto quel che potrebbe e dovrebbe fare in tema di rispetto ambientale e di sicurezza dei lavoratori. Allora a Taranto i lavoratori sono oppressi da anni di prepotenze e sfiducia. Così assistere alla nascita di un progetto che vuol essere una risposta alla prepotente violenza del “padrone” dell'acciaio ma che alla violenza risponda con una festa di musica e idee...  non sembra nemmeno possibile che qualcuno abbia la forza di cantare e di farlo bene.

Ed infarti questo concerto parte dai giovani, quelli del “Comitato Cittadini e Lavoratori liberi e pensanti” innanzitutto ma non soltanto da loro. Infatti il luogo dove si terrà il concerto (parco delle “mura greche”) è prospiciente alla piazzetta “De Curtis” ed alla pineta che i ragazzi di ”Ammazza che piazza” stanno volontariamente pulendo e “riportando in vita”. Poco lontano “Archeotower”  la torre archeologica occupata dove altri ragazzi organizzano cineforum, presentazione di libri e incontri culturali. Insomma tutta la zona è curata e gestita dai giovani, un angolo del futuro possibile, perché lo stanno già dimostrando che fanno e sanno fare bene. Giovani che si scaldano reciprocamente e si scambiano idee e buoni propositi e realizzano insieme un luogo che respira, respirano gli alberi piantati  vicino ai quali tornano a giocare i bambini sotto lo sguardo vigile dei fratelli maggiori.

Questa è l'atmosfera che ha dato il via al progetto. Inizialmente la manifestazione doveva essere

fiorella mannoia 8

modesta con associazioni e musicisti locali fra cui il gruppo dove suona l'attore Michele Riondino, “The rivolving bridge” (in onore del ponte più conosciuto di Taranto quello “Girevole”), gruppo nato per l'occasione... Invece sono state molte le associazioni “forestiere” e gli artisti che spontaneamente hanno aderito mostrando la loro solidarietà  che significa esserci per fare qualcosa che spinga verso la risoluzione. A dimostrazione del l'esplosione di questa solidarietà che era già stato preparato ma lo hanno dovuto raddoppiare  e sono raddoppiati anche i presentatori (ad Andrea Rivera si è affiancata Valentina Petrini).

Daniele Silvestri, dalla sua pagina Facebook, nell'augurare Buon Primo Maggio a quanti hanno deciso di essere a Taranto, dichiara: "Bellissima l'iniziativa di Taranto. Quest'anno è sicuramente lì che si tiene il concerto più importante del primo maggio, con le motivazioni più forti e urgenti.
Ho avuto spesso modo di appoggiare - nel mio piccolo - le iniziative anti-Ilva di questi anni e di questi ultimi mesi, e continuerò a farlo se ce ne sarà ancora bisogno, come temo. Intanto è bello e rassicurante leggere di quanti saranno gli artisti presenti. Sarà una giornata di quelle che non si dimenticano, e non nascondo che mi dispiacerà non esserci. Io d'altronde sapevo già che mi sarebbe stato difficile - per motivi personali - allontanarmi da Roma in questi giorni. Mi consola sapere che la mia assenza non si noterà un granché con un cast del genere!

daniele silvestri 500

Ed è importante, perché Taranto si merita di non essere abbandonata a se stessa.
Detto questo, sono tante le battaglie che si possono fare per tutelare o rivendicare diritti altrimenti calpestati.
Andando domani sul palco romano di San Giovanni ho l'occasione di farlo portando avanti quella piccola e grandiosa battaglia che seguo con affetto e passione ormai da alcuni mesi: quella del riconoscimento ufficiale della LIS, la Lingua Italiana dei Segni. Per questo ho deciso all'ultimo momento di andarci, più volte sollecitato dai promotori della petizione
http://www.change.org/it/petizioni/io-segno-la-lis-ma-lo-stato-italiano-non-riconosce-la-mia-lingua-iosegno (che vi invito a leggere e firmare) che altrimenti avrebbero rischiato di non riuscire a trovare ospitalità su quel palco.
E per questo andrò a fare solo quella canzone - A bocca chiusa - che ho già legato per sempre a quella battaglia e a quella Lingua. Io e il mio pianoforte, un interprete e quattro fantastici ragazzi sordi a "segnare" con noi. E sono molto contento e orgoglioso di farlo.
Scusate se mi sono dilungato in queste spiegazioni, ma ogni tanto - mi rendo conto anche da alcuni vostri messaggi - è importante motivare fino in fondo le proprie scelte. Non tanto per cercare di essere tutti d'accordo (che non è possibile e forse nemmeno utile), ma per non essere almeno fraintesi. Buon Primo Maggio!"

I viaggiatori stranieri che venivano  a Taranto per vedere i resti della Magna Grecia spesso si

Luca Barbarossa sanremo

soffermavano a guardare la gioventù tarantina... ecco il cerchio sembra chiudersi: le mura greche, la gioventù, i forestieri.. e una festa della musica per chiedere diritti e lavoro. Entusiasmo e non piagnistei in un laboratorio sperimentale dove “Eureka. SI Può FARE”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Di seguito l'elenco delle associazioni aderenti che interverranno la mattina (non esclusivamente)

Acqua Bene Comune - Comitato Pugliese

Ammazza Che Piazza (TA)

A Sud Associazione

Bancarotta Bagnoli (NA)

Blocchi Precari Metropolitani (RM)

Centro di Accoglienza Art Village di San Severo (FG)

Centro Documentazione sui Conflitti Ambientali – CDCA

Comitato Cittadino Antinucleare di Maruggio (TA)

Economia per i Cittadini (Gruppo Puglia)

Exit Collettivo – (Barletta)

Gravine Joniche - Associazione, Ginosa (TA)

Laboratorio Omar Moheissi Arci di Guagnano e Villa Baldassarri (LE)

Legambiente

Le Sciaje Centro Studi Documentazione e Ricerca

Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie

No al Carbone (Brindisi)

No Triv

Spezia via dal carbone (SP)

Taranto Lider

Taranto Supporters

WWF

 

Francesco Baccini

I cantanti e musicisti che hanno aderito al Concertone tarantino:

Francesco Baccini

Luca Barbarossa

Bonomo

Pierpaolo Capovilla

Chitarre e Tammorre

Diodato

Elio Germano e le Bestierare

Fido Guido

Lady Coco

Leitmotiv

Luminal

Fiorella Mannoia

Nadàr Solo

Officina Zoè

Orchestra Popolare Ionica

RoyPaci

Raf

Michele Riondino & the Revolving Bridge

Roy Paci

Sciamano & Mosca 58

Riccardo Sinigallia

Daniele Sepe

Tarentum Clan

The Niro

sud sound system foto g

Giovanni Truppi

e i Sud Sound System: a loro sarà affidata l’apertura del Concerto.

 

Tags:
concertotarantomannoiabaccinibarbarossa1 maggio
i blog di affari
Sistemi di raccomandazione in retail ed education con aKite e SocialThingum
di Francesco Epifania
Cav in campo per le Comunali: "Con Salvini intesa su tutto"
"Ecco il nostro compito: un partito repubblicano"
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.