A- A+
PugliaItalia
Grillo copertina

Parte da Bari il percorso analitico e introspettivo del PD alla ricerca delle ragioni de “La sinistra che vota Grillo” – Ed. Caratteri Mobili, 2013 in uscita a Maggio. A fare da apripista: l’autore, Domenico De Santis, alla sua opera prima.

Fondatore dell’associazione STUDENTI.NET, De Santis  è stato militante e titolare di diversi incarichi nella Sinistra Giovanile, nei Democratici di Sinistra e nel PD. Attualmente è componente dell’Assemblea nazionale del PD e dell’esecutivo regionale pugliese.

Sensibile ai temi sociali, della scuola e dell’immigrazione, attento osservatore dei processi d’integrazione europea dei paesi balcanici, è stato promotore dell’istituzione dell’anagrafe degli eletti nei comuni, della legge per l’accesso universale ai saperi “open source” e della proposta per l’accesso gratuito della rete wifi.

Il libro, già al centro di commenti e aspettative per il tema trattato di

De Santis PD

stringente attualità, è un pellegrinaggio tra sedi di partito, circoli ARCI, piazze, Università, treni e luoghi di lavoro, che diventa una sorta di Via Crucis per il militante e funzionario di un partito che per molti aspetti sembra stia smarrendo la sua base.

Il confronto con una realtà che viaggia con i ritmi e i tempi della fibra ottica, in cui vengono riversate e moltiplicate la rabbia, la delusione e lo sconforto  per la mancanza di risposte, semplici e concrete, da parte di una classe dirigente considerata, in larga misura, alquanto autoreferenziale.

In pratica “La sinistra che vota Grillo” è una raccolta di dialoghi con uomini e donne di sinistra, che hanno scelto di votare il Movimento 5 stelle. Giovani disoccupati, dipendenti pubblici, operai, professionisti e imprenditori. Persone “normali” che manifestano il proprio disagio per un’Italia ingiusta attraverso un voto che, sebbene possa essere letto come “di protesta”, è tuttavia ragionato.

Ne emerge il disagio di un pezzo consistente della sinistra italiana, che non si riconosce nei partiti che sino a oggi l’hanno rappresentata, e che allo stesso tempo vorrebbe riconoscersi in essa, se solo fosse capace di ripensarsi.

La prefazione di Giuseppe Caldarola ne suggella l’interesse “alto” e la considerazione riservata al lavoro svolto, anche alla luce degli eventi tumultuosi, nonché imbarazzanti, di questi giorni. Mentre nella quarta di copertina, a commentare “la risata che seppellirà tutto”, c'è finito Dario Vergassola (amico dell'autore) che, in tono semi-serio veste i panni di Totò, per declamare l'amara verità: “Un giovane su tre è senza lavoro. Poi dice che uno si butta sul Movimento 5 stelle”

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
caratteri mobilide santisgrillom5ssinistrapd
i blog di affari
Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
SERVONO EUROPROGETTISTI, BANDI NEL DIGITALE E PER PROGETTI ECOSOSTENIBILI
Boschiero Cinzia
Green Pass, le manifestazioni pacifiche possono far cedere il regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.