A- A+
PugliaItalia
Decaro (Pd): Assolto! 'La fine di un incubo'

Antonio Decaro è sato assolto. L'accusa che oggi decdade: nel 2008, avrebbe raccomandato il cugino con l'allora assessore regionale Alberto Tedesco a un concorso bandito dall'Arpa Puglia, l'agenzia regionale per l'ambiente.

Un processo per il quale era stato chiesto il rito abbreviato, ma che si è protratto ugualmente per il sopraggiungere di contrattempi formali e tecnici legati alla figura del giudice titolare del processo.

Il parlamentare del PD, Consigliere regionale e già Assessore alla Mobilità al Comune di Bari, è apparso provato all'uscita dopo la lettura della sentenza pronunciata dal giudice Francesco Pellecchia: "E' finito un incubo", ha dichiarato con un velo di commozione.

Per poi aggiungere, consapevole della richiesta comunque assordante - anche se non declamata al momento: "Deciderò nei prossimi giorni se candidarmi a sindaco di Bari". Per il momento ha bisogno di smaltire la tensione, questi giorni di festività saranno utili: "per ritrovare il sorriso".

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
decaropdassoltoincuboprimariebari
Loading...
i blog di affari
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
Boschiero Cinzia
Aggio esattoriale da abolire: denuncia di PIN
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.