A- A+
PugliaItalia
Decaro (Pd), mobilità elettrica e ciclofficina sociale all'ITT Marconi

Antonio Decaro, in qualità di promotore del progettto Bari Smart city - promosso dal Comune di Bari insieme a Enel - per l'istallazione di colonnine funzionali alla ricarica di mezzi elettrici in città, ha partecipato al convegno "La mobilità elettrica: un’opportunità per una città sostenibile" nell'Aula Magna del Politecnico  di Bari.

"Bari è la prima città del Sud che ha investito sulla mobilità elettrica", ha dichiarato Decaro. "Insieme ad Enel abbiamo sottoscritto e avviato un progetto che prevede l’istallazione di 50 colonnine elettriche in città. Ad oggi ne sono state istallate 25, la prima vicino al Teatro Petruzzelli, poi in Corso Vittorio Emanuele e le ultime due nel parcheggio dell’Ikea lo scorso ottobre. Ora dobbiamo fare il punto della situazione sulla diffusione dei mezzi elettrici e di come le postazioni di ricarica sono attualmente utilizzate."

"Se sarò Sindaco di questa città chiederò a tutte le aziende pubbliche di dotarsi di auto elettriche così come hanno già fatto il Comune di Bari e Poste Italiane. Lo abbiamo già chiesto anche ad Ikea, azienda privata che da sempre si è dimostrata sensibile alle tematiche ambientali e all’Acquedotto Pugliese così da cominciare a dare il buon esempio ad altre aziende pubbliche e private e ai cittadini."

Su un fronte paralelo, all'interno dell'Istituto Tecnico Tecnologico Marconi di Bari, è nata una ciclofficina sociale, che ha visto Decaro partecipare al varo insieme all'Assessore Regionale, Guglielmo Minervini. "Una microimpresa guidata dagli studenti", l'ha definita Decaro. La cui start-up è nata anche grazie al finanziamento del progetto "Soft economy" del Comune di Bari. 

Decaro 2
 

"La bicicletta non inquina, ha impatto zero sull'ambiente, ci mantiene in forma ed è il mezzo più comodo e veloce (rispetto agli autobus, i motorini, le automobili) nei brevi tragitti in città", ha poi aggiunto il candidato alle primarie del Centrosinistra per la corsa al Palazzo di Città.

"Fino a qualche anno fa i ciclisti a Bari erano pochissimi, oggi tendono ad aumentare, prima la bici era considerata un mezzo da "sfigati" (passatemi il termine), oggi invece la usano in tanti ed è tornata di moda. 
Aprire una ciclo-officina all'interno di una scuola è davvero cosa rara e di una potenza educativa e sociale fortissima".

Occasione utile anche per fare appello direttamente ai cittadini baresi, all'inizio dell’ultima settimana di campagna elettorale in vista delle primarie del 23 febbraio: "Il decarogo è nato come un gioco, ma poi è diventato un asse portante della nostra campagna elettorale. Attraverso i decaroghi abbiamo lanciato già più di quaranta idee per la città del futuro. Adesso però tocca a voi. Per l’ultimo decarogo prima delle primarie, potrete mandare le vostre idee attraverso facebook, twitter e via email (dilloadantonio@antoniodecaro.it). Le dieci migliori proposte saranno inserite nel programma di governo della città di Bari per i prossimi cinque anni".

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
decaropdciclofficinamobilitàpolitecnicodecarogo
i blog di affari
Cav in campo per le Comunali: "Con Salvini intesa su tutto"
"Ecco il nostro compito: un partito repubblicano"
Petagna (Sorgente SEIN) spiega la svolta del Gruppo Mainetti
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.