A- A+
PugliaItalia
tomaselli2

"Con  l’approvazione  del  testo  oggi in Senato abbiamo scongiurato che il decreto decadesse e con esso il commissariamento dell’Ilva, una circostanza che  avrebbe  riconsegnato  l’azienda  nelle mani di coloro che hanno prima provocato un gravissimo problema di natura ambientale e poi hanno rifiutato di sottostare alle prescrizioni stringenti previste dall’AIA, quando già il caso  era  oltre ogni livello d’allarme". Lo dichiara il senatore Salvatore Tomaselli,  capogruppo   Pd   in  commissione  Industria  e  relatore  del provvedimento.

"Purtroppo   non   si  è  potuto  -  prosegue  Tomaselli  -  procedere  coi miglioramenti  al  testo  che  con l’accoglimento di alcuni emendamenti si sarebbero  potuti apportare, ma va tenuta presente l’urgenza necessaria per far  fronte  a  una  vera  e  propria  emergenza nazionale di straordinaria gravità  e  al  dramma  di una  città che ha pagato un tributo altissimo a scelte  industriali  di  un'altra  Italia.  

Ora  - aggiunge il parlamentare democratico  - è il momento di realizzare i non più rinviabili investimenti tecnologici  e  impiantistici  per  soddisfare  le condizioni perché l’Ilva possa   continuare   a  produrre  in sicurezza,  abbattendo  inquinanti  e garantendo   quella   tutela   della  salute  e  dell'ambiente  di  cui  la Magistratura  ha  accertato la violazione. Credo - conclude Tomaselli - che questa  sfida  non solo vada sostenuta, ma che governo e Parlamento debbano vigilare   perché   questa  sfida  sia  vinta,  non  solo  per salvare  lo stabilimento, i 15.000 posti di lavoro, una città intera, ma anche un pezzo decisivo  del  sistema industriale  dell’Italia e della nostra capacità di continuare ad essere un grande paese manifatturiero.

Tags:
ilvatarantotomasellidecadenzacommissariamento
i blog di affari
Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.