A- A+
PugliaItalia

 

belpietro 21Bari - “Contro di me una strumentale e infondata campagna di stampa, con menzogne e meschinità”. L’aveva evocata meno di ventiquattro ore fa Nichi Vendola, formalizzando le proprie dimissioni da deputato a margine di un incontro con Pierluigi Bersani. E a farne le spese per primo è stato il quotidiano di Maurizio Belpietro.
 
 
Il Governatore, infatti, ha incaricato il proprio legale, avvocato Vincenzo Muscatiello, di procedere a citare per danni Libero “a tutela della propria immagine e onorabilità”, in merito ad un articolo pubblicato questa mattina, a pagina nove, a firma di Luciano Capone: “Vendola molla la poltrona ma si tiene un mese di stipendio”, titolava il giornalista, definendo tutt’altro che una menzogna l’ipotesi per la quale il Presidente pugliese potesse sommare l’emolumento per il seggio a Montecitorio con quello per la poltrona di numero uno della Giunta regionale e bollando come “libera facoltà” del leader di Sel l’eventuale rinuncia. 
 
 
Gli strali non si sono fatti attendere: “L'indennità regionale per i parlamentari è sospesa dal primo giorno di insediamento delle Camere”, spiega il diretto interessato, precisando di essere stato alla Camera “per due settimane, non per diversi mesi come ha fatto in passato Formigoni”. “L'ho fatto per alzare una voce forte sui temi del Patto di stabilità e della cassa integrazione in deroga, senza percepire emolumenti”, chiarisce, prima di lasciarsi andare ad una coda velenosa: “Prenderò molti più soldi facendo causa a Libero”.
 
(a.bucci1@libero.it)
 
Tags:
vendolastipendioliberobelpietroindennitàricorsomontecitoriodimissioni
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.