A- A+
PugliaItalia
Cage Pimenta
La Mostra Evento Emanuel Pimenta for John Cage è parte integrante dell’EXPO di Bari.,Realizzata grazie alla precisa volontà di due sensibili operatori culturali:  il Direttore dell’Expo  Arte  Amedeo Demitry  e  il gallerista Ninni Esposito, l’inedita e storica manifestazione approda a Bari e, nella sua complessa articolazione, dona lustro alla città.
 
Dopo aver attraversato 28 paesi nel mondo con differenti formule espositive, la magistrale Mostra Evento Emanuel Pimenta for John Cage, dell’artista compositore Emanuel Dimas de Melo Pimenta al Castello Normanno-Svevo di Bari, chiude le manifestazioni del Centenario della nascita di John Cage, il più  singolare compositore  del  XX  secolo.  
 
L’Omaggio  è  iniziato  a  New  York  il  12  marzo  2012. L’Evento è un unicum storico, che, se pur con delle differenze, ricorda in parte la Mostra Il Silenzio della Musica e l’omonimo libro (Charta Ediz. Mi) dell’artista compositore Emanuel Pimenta realizzata per l’apertura del Museo MART di Rovereto il 7 Marzo 2003.
 
Nella Mostra Evento di Bari sono presenti opere inedite dell’artista Pimenta, Video, Musica, preziosi documenti storici e immagini fo- tografiche, uniche e rare, che raccontano la particolare vita privata e di lavoro di John Cage nel suo famoso Loft di New York: il teatro virtuale, il luogo del silenzio e dell’ascolto. Il rifugio di un universo creativo, spirituale e umano.
 
Nell’esterno del Castello Normanno-Svevo la Mostra si avvale della creatività dell’artista Pimenta
Pimenta
che, attraverso composizioni sonore accompagnate da visioni surreali, ren- dono suggestivo l’intero habitat mentre all’interno del Castello visualizza al  pubblico l’Incontro tra due uomini: Pimenta e Cage, che, pur nella diversità generazionale e nelle differenze ambientali, sono legati da un destino comune che sconfina da ogni volontà individuale e va a toccare l’ineluttabilità della magia della musica.
 
Questa storica Mostra Emanuel Pimenta for John Cage si è resa possibile, nel glorioso Castello Normanno-Svevo, grazie alla profonda visone dell’Arte Internazionale di due insigne personalità della cultura: la Direttrice del Castello, Anna Maria Lorusso Bolettieri e Salvatore Buonomo, Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Bari, Barletta-Andria-Trani e Foggia.
 
La Conferenza dal titolo JOHN CAGE “Ascoltare il Silenzio” si terrà presso l’Auditorium del Castello Normanno-Svevo alle ore 21,00 dell'8 marzo. Partecipano, quali relatori, Pilar Parcerisas, Emamuel Pimenta e Lucrezia De Domizio Durini, personaggi che nel loro iter di lavoro hanno vissuto con differenti approcci il sedu- cente viaggio di interrelazione tra il grande Maestro e il Compositore Mediterraneo, come Cage soleva chiamare il suo amico Pimenta.
 
Per l’occasione sarà pubblicato un Giornale, che attraverso immagini fotografiche e prestigiosi saggi mirerà contribuire ad una maggiore diffusione pedagogica e informativa.
 
(gelormini@affaritaliani.it)
Iscriviti alla newsletter
Tags:
pimentacageexpoartecastello svevobari
i blog di affari
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo
Porto di Trieste, sgombero con gli idranti: il "potere" che spegne la rivolta
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.