A- A+
PugliaItalia
Emiliano: 'LILT e tumori fuori dalla lotta politica'

Michele Emiliano legge una regia "a tempo" negli spot televisivi per la lotta ai tumori, con Francesco Schittulli protagonista, e ne lamenta l'invasione di campo nella contesa elettorale che li vede entrambi in corsa per la probabile candidatura alla presidenza della Regione Puglia.

Lo fa come suo solito attraverso un paio di cinguettii tweetter: “Spregevole chi fa pubblicità elettorale con la scusa della lotta al cancro” e l'altro: “La pubblicità di Telenorba, che vede @schittulli raccontare di migliaia di donne salvate dal tumore, secondo me è strumentale”.

Non si fa attendere la risposta di Francesco Schittulli che commenta dal suo blog: "Ritengo davvero vergognoso che il candidato alla Regione Puglia, Michele Emiliano, speculi sulla mia professione di medico, attività che svolgo da ben oltre quarant’anni".

Emiliano Schittulli
 

E poi aggiunge: "Vergognoso perché, diffondere nell’opinione pubblica l’importanza della  prevenzione, non è ricercare un consenso come lo stesso Emiliano cerca di fare screditando l’operato di chi, come me, invece, presta tutt’oggi gratuitamente la propria professionalità per la cura del malato".

"Ancor più vergognoso - attacca il presidente uscente della Provincia di Bari - se si pensa che tale speculazione provenga da chi, pur non indossando la toga da oltre 10 anni, continui a farsi versare contributi da magistrato, prima dal Comune di Bari e ora da quello di San Severo".

"Basterebbe tra l’altro informarsi - conclude Schittulli - per sapere che, ogni anno, nel mese di ottobre, la LILT, di cui da anni sono presidente nazionale, promuove la Campagna Nastro Rosa per la prevenzione del tumore al seno, giunta quest’anno alla sua 22esima edizione, il cui unico  scopo è sensibilizzare le donne sulla necessità di sottoporsi ad opportuni esami per prevenire il tumore del seno".

La reazione del Segretario regionale pugliese, raggiunto a telefono, è secca: "La LILT e i tumori restino fuori dalla contesa elettorale. Mi auguro che avendo deciso di cimentarsi nelle prossime Elezioni Regionali, il prof. Schittulli lasci temporaneamente ad altri la testimonianza e la promozione mediatica del sodalizio che così ben opera nella lotta ai tumori. In caso contrario i sospetti di strumentalizzazione degli spot - che a quel punto sarà necessario anche capire da chi sono pagati - saranno evidentemente più che legittimi".

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
emilianoschittullililttumoripoliticaelezioniregionali
i blog di affari
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.