A- A+
PugliaItalia
FI, Vitali evita la black list e incontra i consiglieri: “No preclusioni”

Bari – “Ho appreso che alcuni esponenti appartenenti alla schiera guidata da Raffaele Fitto si stanno alacremente affannando, in queste ore, per convincere amministratori ed eletti della Bat a non partecipare ai miei incontri. È un boicottaggio contro Forza Italia che non posso più tollerare, non per il danno alla mia persona ma al nostro partito. E questa sera farò nomi e cognomi”, aveva tuonato nel pomeriggio il commissario Luigi Vitali ma alla fine la scomunica ufficiale all’ombra di Castel del Monte non è arrivata. In compenso, è in agenda l’incontro con i consiglieri regionali azzurri, già rimandato in vista della kermesse romana dei Ricostruttori: “Nessuna preclusione”, rassicura l’avvocato francavillese.

Le dichiarazioni, stavolta, arrivano da Andria, città del Sindaco Nicola Giorgino, ricandidato alla fascia tricolore, dopo aver accarezzato l’idea di correre da aspirante Governatore per il Centrodestra. In pole per una manciata di giorni e dato per alfiere azzurro in grado di strappare a Francesco Schittulli la nomination, Giorgino ha preso atto della scelta arrivata da Palazzo Grazioli a favore dell’oncologo ed è restato nella Bat a presidiare la maggioranza per conquistare un secondo mandato: “Una buona notizia per questa provincia e per l’intera coalizione”, gli ha tributato Vitali, archiviando definitivamente le ambizioni di chi ipotizzava uno scambio di ruoli tra il primo cittadino uscente e un altro big andriese come Nino Marmo, unico competitor di Schittulli alle mai celebrate primarie e naturale pretendente alla poltrona più alta di Palazzo di Città.

Per un tassello che rientra al proprio posto, però, ne restano ancora molti da sistemare. In primis con la pattuglia di Via Capruzzi, rea – secondo le accuse - di aver preso tempo per il faccia a faccia con il neo numero uno brindisino: "Non potendo rinviare oltre e aspettare la disponibilità chiesta da tempo, ho comunicato al presidente del gruppo consigliare di Forza Italia alla Regione Puglia che lunedì mattina alle 10 incontrerò tutti i nostri consiglieri”, tira dritto l’ex sottosegretario alla Giustizia, atteso la prossima settimana al battesimo del fuoco con la convention di lancio dell’ex Presidente della Provincia barese, per la quale sono previsti big nazionali e lo stato maggiore delle forze alleate. Compresi gli alfaniani di Ncd, che il commissario ha invitato a stringere intese a cascata a destra, anche sui fronti aperti delle amministrative, ottenendone rassicurazioni. “Abbiamo tanto lavoro da fare e in questi giorni, proprio a Bari, ho ritrovato un popolo di eletti e militanti pieno di entusiasmo e voglioso di vincere”, arringa il caterpillar berlusconiano, secondo definizione dell’ex premier. Nelle stesse ore nelle quali Raffaele Fitto denuncia “assurde ritorsioni anche in Piemonte” contro uomini a lui vicini e ribadisce il “grave allarme democratico” nel partito.

(a.bucci1@libero.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vitalificommissarioblack listregionalipuglia
i blog di affari
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo
Porto di Trieste, sgombero con gli idranti: il "potere" che spegne la rivolta
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.