A- A+
PugliaItalia
Foggia: Trenitalia e Lotras Puglia aggancia l'Europa

“Orgoglioso di aver contribuito a organizzare l’evento e, ancora di più, di vedere due importanti operatori, come Trenitalia e Lotras, unirsi per rilanciare e collegare la Puglia all’Europa, con una sinergia in grado di generare opportunità e soluzioni per tutto il sistema dei trasporti nel Mezzogiorno”. Ha dichiarato  Gianni Rotice, Presidente di Confindustria Foggia, a margine del convegno tenutosi nella sala Azzurra della Camera di Commercio di Foggia dal titolo “La logistica che collega il Mezzogiorno in Europa, partnership Lotras – Trenitalia Cargo”.

LOTRAS3
 

Presenti al dibattito il Sindaco del capoluogo dauno, Franco Landella, il Presidente della Provincia, Francesco Miglio, e Fabio Porreca, Presidente Camera di Commercio di Foggia. Il trasporto merci su rotaia si conferma, così, elemento fondamentale per lo sviluppo di un Paese moderno, in grado di generare benefici concreti per i diversi settori produttivi, nel pieno rispetto del territorio e dell’ambiente. Le attività ed i servizi direttamente connessi a terminal e piattaforme logistiche, inoltre, costituiscono valide opportunità non solo per una più diffusa internazionalizzazione dei movimenti commerciali, ma anche per lo sviluppo di nuove filiere industriali.

Lotras
 

“La partnership con Trenitalia”, ha evidenziato Armando de Girolamo, Amministratore Unico Lotras, “è il risultato di un’azione continua volta a creare un nuovo sistema capace di integrare le rispettive professionalità, che ha permesso collegamenti frequenti e continui dal Mezzogiorno tutto, ed in particolare dalla Puglia, alle aree del Centro-Nord Europa, permettendo di ottimizzare i tempi e rispettare le necessità della committenza. Domani mattina partirà il nuovo collegamento Bari-Lione e l’obiettivo dei prossimi mesi è quello di continuare il percorso di crescita per espandere le aree connesse con altre sette nuove relazioni”.

lotras trasporto merci
 

“Bisogna sviluppare ulteriormente”, conclude de Girolamo, “l’intermodalità con incentivi strutturali, in particolare al Sud Italia, essendo lo strumento più efficace per avvicinare le imprese all’uso della ferrovia e creando così un ponte che collega il nostro Paese al resto d’Europa”.

Sullo stesso argomento è intervenuto, infine, il Direttore di Trenitalia Cargo, Mario Castaldo, affermanco che, “l’intermodalità è una delle ricette utili per dare una svolta verde al nostro Paese. Trenitalia Cargo sta sviluppando offerte dedicate sia per gli inland terminal in collegamento fra loro con i principali hub europei sia con i più importanti porti italiani, compresi quelli del Sud. A tal fine si auspica un sistema che premi la ferrovia quale modalità maggiormente rispettosa dell’ambiente attraverso l’adozione, ad esempio, di ferrobonus: più ferrovia, meno costi ambientali, per garantire un futuro alle nuove generazioni”.

Dunque, a partire dal 6 febbraio, come ha annunciato de Girolamo, sarà attivo un nuovo collegamento ferroviario destinato al trasporto merci Bari – Lione.

(inesmacchiarola1977@gmail.com)

Tags:
foggiapugliatrenitalialotraseuropa
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.