A- A+
PugliaItalia
nuova forza italia
 

Leggiamo sulla stampa locale di un nuovo amore (politico) del dimissionario Presidente della Provincia Massimo Ferrarese. Ci rincresce purtroppo dover dire che è proprio vero che al peggio non c’è mai fine!

Nel 2009 Ferrarese riuscì a convincere i brindisini, non tutti per fortuna, che la Sua adesione a Forza Italia era stata un errore: e venne eletto presidente della provincia con PD e SEL inaugurando il c.d. “laboratorio”.

Strada facendo aderì all’UDC, ma a quella parte che predilige le alleanze con la sinistra.


 

Oggi, dopo aver detto peste e corna del centrodestra è bastato chiamarlo “nuovo” per folgorare Massimo sulla via di Damasco.

Se il Suo impegno in politica deve essere come quello profuso da Presidente della Provincia di Brindisi diciamo subito che non abbiamo bisogno di questi personaggi in cerca d’autore, lieti ora più che mai che abbia considerato un errore il Suo trascorso in Forza Italia.

Il resto lo diranno gli elettori alle prossime scadenze, quando anche Alfano, scoprirà di aver reclutato nelle Sue fila un bidone politico.

Avv. Christian Gemma

Nuovi Circoli di Forza Italia 2.0

Tags:
gemmaforza italiaferraresebrindisi
i blog di affari
Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.