A- A+
PugliaItalia
Gravina fuochi

Grande successo e bilancio positivo per la 719^ edizione della Fiera San Giorgio di Gravina in Puglia. Il primo consuntivo evidenzia, infatti, la partecipazione di circa 200 espositori e di oltre 42.000 biglietti venduti in sei giorni di “eventi nell’evento”.

Così come grandi apprezzamenti hanno fatto registrare le iniziative collaterali alla Fiera: dal Corteo Storico realizzato dall’associazione Conte Giovanni di Monfort, alle degustazioni enogastronomiche organizzate da Slow Food e lo stesso spettacolo di Cabaret con Ridi Babbione. A cui si è aggiunto il concerto di chiusura di Donatella Rettore e dei Righeira, che ha fatto registrare l’affluenza di oltre1.200 persone.

“Sono molto contenta di essere qui questa sera – ha tenuto a ripetere Donatella Rettore – in compagnia dei miei fratelli Righeira. Con loro abbiamo portato allegria e fortuna in tutti i posti in cui ci siamo esibiti, speriamo davvero che la cosa possa ripetersi anche qui a Gravina. A voi, così numerosi stasera, va tutto il nostro amore”.

IMG 0643

E prima della chiosa finale con la rappresentazione teatrale, dall’associazione Conte Giovanni di Monfort e

Rettore

con i classici fuochi d’artificio, è stato il Sindaco di Gravina, Alesio Valente, a porgere il saluto alla folla presente: “Abbiamo cercato di dare alla Fiera nuova linfa, di ringiovanirla, perché è un orgoglio, per questa città, avere probabilmente la Fiera più antica d’Italia”.

“Abbiamo cercato di recuperare – ha sottolineato il Sindaco - la vocazione agricola di questa Fiera, immaginandola un attimo com’era all’epoca dei suoi esordi, ma dandogli una nuova veste e declinandola, in chiave moderna, con la maestria artigianale, la tradizione enogastronomica ed anche con la piccola intraprendenza industriale: particolarmente vivaci in questo territorio”.

“Vogliamo cercare di restituire a questa Fiera il ruolo strategico di crocevia commerciale tra Puglia e Basilicata – ha ribadito il sindaco Valente - esaltando la sua funzione di raccordo tra le realtà comunali di questo grande angolo della Murgia barese. Per questo, nel padiglione dedicato, abbiamo visto convenire, presentarsi e proporre la relativa offerta di eccellenze, i Comuni di Adelfia, Altamura, Bari,  Bitritto, Castellaneta, Ginosa, Irsina, Laurenzana, Matera, Spinazzola e Toritto. Che ringrazio per la partecipazione e che mi auguro siano sempre più coinvolti nel percorso evolutivo di questa importante manifestazione fieristica”.

Gravina fuochi

Prima di chiudere e passare la mano ai “fuochisti”, il Sindaco ha voluto ringraziare i collaboratori e le forze dell’ordine, nonché l’intera comunità territoriale, che col prezioso contributo di volontariato ha reso possibile il successo della Fiera e la gestione di uno spazio espositivo, che quest’anno ha raggiunto i 25.000 mq., di cui 8.000 mq. coperti, l’apertura di due nuovi padiglioni e l’incremento di ben 10.000 visitatori rispetto alla precedente edizione.

La festa può cominciare, la Fiera San Giorgio, fiera di essere stata: Tipica, Agricola, Verde, Giovane, Turistica e Arredamento chiude i battenti della 719^ puntata. A Gravina in Puglia da domani si comincerà già a lavorare per il n. 720.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
gravina in pugliafiera san giorgiorettorevalentepugliabasilicata
i blog di affari
Mantova, a spasso con i Gonzaga tra Rinascimento e buon cibo
di Leone Ronchetti
Qua la zampa (nera)! Alla scoperta del miglior prosciutto del mondo
di Riccardo Succi
Covid, in autunno torneranno le restrizioni. E sarà caccia dei non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.