A- A+
PugliaItalia
momix1

E' un sodalizio d'amicizia, di prestigio e di rispetto quello che si rinnova tra i Momix di Moses Pendleton e la Camerata Musicale Barese, nella cornice suggestiva del Teatro Petruzzelli. Unica Associazione Musicale in Italia ad aver ospitato in cartellone tutti i lavori di questo originalissimo gruppo internazionale di danza moderna.

Sei repliche a Bari, per poco meno di 10mila spettatori dal 20 al 24 febbraio, in occasione della presentazione di "Alchemy". Un concentrato d'emozioni tra l'incantesimo e il surreale, per giocare con la danza attraverso i quattro elementi primordiali: terra, acqua, aria e fuoco.

Uno spettacolo multimediale realizzato da danzatori entrati, ormai, nella leggenda. L'ennesimo prodigio dell'estro creativo di Moses Pendleton, dedicato questa volta  all'arte dell'alchimia che, nella poesia leggera delle sue coreografie, diventa vera e propria alchimia dell'arte.

Momix in Alchemy 352 288

Un lavoro pieno di fantasia, di ironia, di bellezza, di mistero. Gli antichi alchimisti, miscelando le sostanze

Alchemy5

base nei loro alambicchi e nelle loro fornaci, cercavano l’elisir di lunga vita e la pietra filosofale. Pendleton, che in Bothanica ci trasportava in un viaggio surreale attraverso le stagioni dell’anno, con Alchemy ci svela i segreti dei quattro elementi primordiali – terra, aria, fuoco, acqua – per creare uno spettacolo che sprigionando arcane suggestioni immergerà il pubblico in una dimensione surreale.

È l’incantesimo Momix, al culmine della magia, con Moses Pendleton «Mago dei Maghi». Gli alchimisti non lavoravano da soli; evocavano gli spiriti, perchè li aiutassero nei loro riti segreti. Allo stesso modo si dispiega il processo creativo di Alchemy, con i Momix nel ruolo di apprendisti stregoni. Nella loro incessante ricerca della formula dell’elisir, per la creazione dell’oro, rapiranno lo spettatore nel continuoe plastico gioco di sponda tra l’arte dell’illusione e la suggestione di un’illusione che si fa arte.

Giovanni Girone, presidente della Camerata, e Rocco De Venuto, Direttore Generale, raccontano ad Affaritaliani la consolidata amicizia tra Moses Pendleton e il capoluogo pugliese, che qualche tempo fa gli ha consegnato "le chiavi della Città" e che oggi lo riporta, insieme ai suoi eccentrici e ammirevoli danzatori, sul palcoscenico prestigioso del suo Teatro più amato e più rappresentativo.

Un'alchimia di relazioni destinata a perpetuarsi ed a rinnovarsi nelle declinazioni analoghe, che

Alchemy4

porteranno a Bari tanti altri nomi eccellenti del mondo della musica e del balletto: dato che, tra altri, il cartellone della Camerata prevede già a marzo "Gino Paoli e Danilo Rea" e poi a maggio il ritorno al Petruzzelli del magico violino di Uto Ughi.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
camerata musicale baresemomixpetruzzellbaripendleton
Loading...
i blog di affari
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.