A- A+
PugliaItalia
baroccoleccese

Il Salento che più amo non è quello del mare d'agosto, delle spiagge di tendenza e della girandola delle sagre.

Un Salento  di moda, ai cui piaceri è bello indulgere  e che comunque solletica l'orgoglio 

Il Salento che più amo è quello degli angoli solitari  di azzurro e di scoglio ; è il Salento dell'entroterra, dei paesini dormienti nella calura pomeridiana, dell'intenso profumo del fico che domina le fragranze notturne della campagna. 

E' il Salento della terra rossa, dei colori bruciati e degli ulivi che raccontano antiche storie.

E poi c'è Lecce,  nel cuore del Salento ma luogo ancora diverso. 

Il suo barocco, certo, e la sua pietra che si presta ai merletti .

Ma anche le sue seduzioni olfattive, prima che visive. L'aroma dei caffè e l'intensità delle creme. E la poesia di alcune viuzze non ancora imprestate alla movida. Con scorci di bellezze inedite cui il passare del tempo aggiunge  mistero più che rovina. I grilli  che popolano il sonno dei lecci . E certi alberi di pepe, di cui inebriarsi nel notturno girovagare.

(di Anna Greco)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
salentogreconotte
i blog di affari
Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il gelato d' autunno a Longarone: il Made in Italy riparte in dolcezza
CasaebottegaJalisse
Covid: gettata la maschera, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.