A- A+
PugliaItalia
Il Ppe all'Europarlamento a confronto Macroregione Adriatica-Jonica

Ha chiuso in chiave pugliese, a Villa Romanazzi Carducci, la due giorni di lavori organizzata dal gruppo del Partito Popolare al Parlamento Europeo per discutere della Macroregione Adriatico-Ionica.

L’organizzatore dell’evento, l’eruodeputato Salvatore Tatarella, ha riunito un panel coordinato dall’on. Riccardo  Migliori, consigliere speciale presso l’Ocse. Vi hanno preso parte il presidente della Fiera del Levante Ugo Patroni Griffi, il Rettore dell’Università di Bari Antonio Felice Uricchio, il presidente dell’Autorità Portuale di Bari Francesco Mariani, il fondatore della Angelo Investiments Vito Pertosa, il presidente di Confindustria Puglia Domenico Favuzzi, il presidente della Camera di Commercio di Bari Alessandro Ambrosi.

Comune agli intervenuti la percezione che la macroregione (un istituto previsto dall’art. 185 del Trattato dell’Unione Europea) rappresenti un’opportunità di grande rilievo per la Puglia. Bari è uno dei centri più importanti dell’area (che comprende Grecia, Macedonia, Albania, Kosovo, Montenegro, Serbia, Croazia, Slovenia, le Regioni del litorale adriatico, Basilicata, Calabria, e Sicilia).

Tatarella
 

Tuttavia, sia il sistema istituzionale che il mondo produttivo fanno registrare un certo ritardo nel confronto con questa nuova realtà, che promuove la storica integrazione della penisola balcanica nell’Unione Europea e apre le porte a quella Unione euromediterranea che è negli auspici di molti. Manca ancora una precisa percezione delle opportunità e delle criticità di questa nuova sfida. “Ragione di più” ha detto Salvatore Tatarella “per moltiplicare lo sforzo di conoscenza e di iniziativa”

I lavori sono stati conclusi dal ministro per le Riforme Istituzionali Gaetano Quagliariello. “Un’iniziativa opportuna” ha dichiarato il ministro “perché la macroregione può rappresentare un importante volano per lo sviluppo delle regioni coinvolte, specie per la valorizzazione del mare, il miglioramento delle infrastrutture e dei servizi, la salvaguardia dell’ambiente, il miglioramento dell’attrattività per i flussi turistici”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ppeeuroparlamentobarimacroregioneadriatica-jonica
i blog di affari
Covid: gettata la maschera, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.