A- A+
PugliaItalia
MENNEA Pietro

La Fondazione per la Ricerca Farmacologica Gianni Benzi ricorda Pietro Mennea, il campione olimpico e detentore, per 17 anni, del primato mondiale nei 200 mt piani scomparso a soli 61 anni.

Lo scorso anno, proprio Mennea, aveva rilasciato un'intervista in occasione dell'evento «Arte e Scienza insieme contro il doping», organizzato a Bari dalla Fondazione Benzi.
 
"Con Mennea abbiamo condiviso una delle nostre principali mission - spiega la Prof.ssa Adriana Ceci, presidente della Fondazione  -. Mennea, esattamente come noi, da anni era impegnato in prima linea, come atleta, avvocato e politico, nella lotta al doping".
 
 
"Da europarlamentare aveva proposto una norma penale comunitaria contro chi assume
Pietro Mennea
sostanze dopanti, oltre alla costituzione di un'agenzia europea per la lotta al doping. Per questo abbiamo voluto fortemente un suo contributo durante la due giorni che abbiamo organizzato a Maggio dello scorso anno".
 
"Mennea -aggiunge Adriana Ceci - aveva proposto di ampliare l'Agenzia del Farmaco presente a Londra con una sezione anti-doping. Lo sport italiano ha perso un grande campione, che ha fatto dello sport sano il suo marchio di fabbrica".
 
(gelormini@affaritaliani.it)
Tags:
fonsazione benzimenneadopingsaluto
i blog di affari
Green pass, tracciamento digitale per riavere diritti sequestrati in lockdown
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.