A- A+
PugliaItalia
dambrosio lettieri1
"A proposito di  rottura col passato cui fa riferimento Vendola, credo che il nostro presidente dovrebbe seriamente riflettere sul passato che lo riguarda e che lo vede ancora imprigionato in un ideologismo di maniera che rasenta l'ipocrisia. La vicenda dell' Ilva è troppo delicata e complessa per prestarsi a facili strumentalizzazioni  e a pratiche di propaganda ideologica", lo dichiara in una nota Luigi d'Ambrosio Lettieri, capogruppo PdL Commissione Igiene e Sanità del Senato.
 
"Il commissariamento dello stabilimento siderurgico di Taranto è cosa buona e giusta, considerate le vicende giudiziarie in corso e la necessità di affidare ad un terzo la gestione in riferimento soprattutto al risanamento e all'adeguamneto delle prescrizioni ambientali e di sicurezza, come abbiamo già avuto modo di dire".
 
"Ma commissariamento non fa e non può far rima con esproprio. Quel che deve starci a cuore è non rendere alternativi il diritto al lavoro con quello alla salute, creando ogni utile presupposto perché anche gli investimenti futuri - che vanno attratti, non allontanati col dubbio che nel nostro Paese non vi sia certezza del diritto - si basino su questo dirimente e incontrovertibile principio".
Iscriviti alla newsletter
Tags:
ilvatarantod'ambrosio lettiericommissariamentoesproprio
i blog di affari
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
"Fermate il decreto": anche PIN scrive al Presidente della Repubblica
Super Green Pass, arriva il giorno della discriminazione sotto forma di legge
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.