A- A+
PugliaItalia
bus 1
Il consigliere regionale del Pdl Saverio Congedo ha presentato un’interrogazione all’assessore ai Trasporti della Regione Puglia Guglielmo Minervini per sollecitare l’apertura di una vertenza generale con Trenitalia dopo il caso dell’ennesimo disservizio sull’intercity notte 752 Lecce-Milano della scorsa notte.
 
“Ancora una volta - sottolinea Congedo - Trenitalia penalizza gli utenti del Salento e della Puglia. E’ inconcepibile che per un problema tecnico si sostituisca il viaggio con le cuccette da Lecce a Milano con uno a bordo di un pullman costretto a sostare innumerevoli volte nelle città lungo tutto il percorso e inevitabilmente giunto a destinazione con diverse ore di ritardo".
 
"Un problema, peraltro, non improvviso, ma noto già da diverse ore. Una scelta discutibilissima sul piano dei criteri della mobilità, oltre che una palese mancanza di rispetto per chi ha pagato quel viaggio. Non è un caso isolato, purtroppo, ma l’ultimo di una serie di episodi (non solo meno treni e tariffe più alte) che confermano che Trenitalia da tempo non ha alcun riguardo per gli utenti pugliesi e del Salento in particolare. La malcelata volontà isolazionista dell’azienda nei confronti del nostro territorio sta calpestando senza ritegno i diritti dei nostri utenti".

"Per questo - fa sapere il consigliere regionale - ho rivolto una interrogazione all’assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Guglielmo Minervini per sollecitarlo ad aprire una vertenza con Trenitalia che consenta di fermare quella che è una strategia mortificante per gli interessi dei viaggiatori della Puglia e del Salento”.

Tags:
bustrenitalialecce-milanoritardoservizio sostitutivo
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.