A- A+
PugliaItalia
SchiumaPolignano.jpg

“Sono cominciate alle Isole Tremiti - rende noto il ministero dell'Ambiente - le ispezioni della Capitaneria di Porto sulle schiume segnalate nei giorni scorsi al largo dell'arcipelago pugliese”. “Nell'operazione – precisa il ministero - sarà utilizzato il laboratorio mobile delle Capitanerie di porto, partito da Roma”.

Alcuni giorni fa, sulle coste delle Tremiti, l'arcipelago delle Diomedee, e in particolare su quelle dell'isola di San Domino, era comparsa una sospetta schiuma bianca in mare. Non poca la preoccupazione dei cittadini e dell’amministrazione comunale: le Tremiti sono Area marina protetta (Amp) del Parco nazionale del Gargano, sottoposte ai massimi standard di conservazione e tutela, e solitamente riconosciute per il mare pulito.

AMBIENTE/ Diga del Pertusillo, l'attività petrolifera compromette la tutela del territorio

A pochi giorni di distanza lo stesso lo stesso fenomeno colpisce le acque di Polignano a Mare, in provincia di Bari. Acque che, appena qualche settimana fa, hanno ricevuto la Bandiera Blu - per l’estate 2013 - assieme a quelle di Castro, Fasano, Ginosa, Melendugno, Monopoli, Ostuni, Otranto, Rodi Garganico e Salve.

Conditio sine qua non per l’assegnazione delle bandiere blu la depurazione di acque reflue, fognatura, raccolta differenziata dei rifiuti, attenta gestione dei rifiuti più pericolosi, presenza di zone pedonali, nonché circuiti di piste ciclabili, verde e arredo urbano, spiagge con servizi, salvataggio, accessibilità per diversamente abili e altri servizi accessori: determinanti per guadagnare l'ambito riconoscimento.

Le ipotesi del fenomeno? Ovunque le stesse: alghe, inquinamento, mancato funzionamento dei depuratori. Secondo alcuni, potrebbe trattarsi di una specifica alga proliferata con il maltempo: una forte infiorescenza algale, che si manifesta sovente dopo le mareggiate. I commenti infastiditi, però, rimangono gli stessi dei turisti delle Isole Tremiti: “Sembra di tuffarsi nello scarico della lavatrice”. Anche se, spiegano gli esperti del laboratorio di biologia marina dell'Università di Bari: "Di solito, nell'acqua salata il sapone non fa schiuma".

A Bari, nel frattempo, a seguito della nota dell’Arpa Puglia, con la quale si rende noto “che i valori delle analisi batteriologiche eseguite sui campioni di acqua di mare antistante la spiaggia libera “Pane e Pomodoro” rientrano in quelli imposti dal D. Lgs 116/2008”, è stata disposta la ripresa della balneazione.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tremitipolignanopugliaschiumaarpaanalisimare
i blog di affari
Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
Cancellare il Natale? Un modo per turbare l'identità altrui
L'OPINIONE di Diego Fusaro
BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.