A- A+
PugliaItalia

Fase di incertezza confermata dalla chiusura col segno meno dei maggiori mercati azionari europei in un lunedì con poche luci e molte ombre. Incombe nell’Eurozona il peso di un probabile peggioramento della crisi del debito mentre si fa avanti l’ipotesi di un taglio dei tassi di interesse da parte della BCE. Decisione che potrebbe essere preannunciata durante il vertice in programma  giovedì prossimo a Bruxelles e che secondo gli operatori comporterebbe, come diretta conseguenza,   un ulteriore deprezzamento della valuta europea rispetto al dollaro statunitense. Termometro di un clima poco ottimistico da parte degli investitori, è ancora una volta il BUND.

L’obbligazionario tedesco nelle ultime sedute, ha accumulato progressivamente posizioni in rialzo giungendo nella seduta di ieri a contatto con una importante area resistenziale posta  a 145.40 punti. La parziale correzione registrata ieri, in un quadro di fisiologico assestamento, non risulta essere necessariamente propedeutica ad una inversione di tendenza, sebbene sul grafico a dinamica giornaliera, detta  ipotesi possa essere ulteriormente supportata dai valori del Commodity  Channel Index in evidente posizione di ipercomprato.

Le pressioni rialziste nello scenario macroeconomico attuale, almeno per le due prossime sedute, potrebbero ancora prevalere e dunque portare il BUND a violare l’area resistenziale per  poi tentare di proiettarsi verso 146.16, doppiando il massimo raggiunto a dicembre scorso. Diversamente, con buona pace dei listini azionari, potrebbe  cominciare a configurarsi una moderata fase correttiva che abbia come primo target ribassista il supporto posto a 144.34, seguito da una più marcata proiezione in area 143.80, importante livello che, in caso di rottura, darebbe conferma della figura armonica con prospettive di discesa ulteriori. Attualmente il segnale portante del Supertrend, l’indicatore da noi utilizzato in piattaforma, segnala un trend decisamente rialzista sia su dinamiche giornaliere che su timeframe a quattro ore.

Nel contesto attuale, in cui risulta particolarmente difficile stabilire una precisa direzionalità del  mercato, l’analisi intermarket diventa un supporto indispensabile per le valutazioni sul Forex. Abbiamo già dimostrato come la dinamica ribassista attualmente in essere sui mercati azionari europei risenta dell’afflusso di liquidità sul BUND che continua ad attrarre la liquidità di indecisi e di coloro i quali preferiscono tenersi lontani dal rischio.

bund

Per quanto riguarda le major la seduta odierna potrebbe riservare qualche emozione in più. Ci riferiamo in particolare alla coppia EURUSD. Il cross risulta essere in perfetto trading range, nell’ambito di una dinamica decisamente ribassista, che ha avuto inizio i primi di febbraio, e che ha fatto scivolare la valuta europea fino al raggiungimento della soglia psicologica di 1.30. Il supporto è stato continuamente testato, nell’ambito di  uno stretto canale di oscillazione compreso tra 1.2981  e 1.3029.  

A giudicare dal timeframe giornaliero, i principali obiettivi al ribasso potrebbero essere stati raggiunti al termine del lungo trend rialzista che ha avuto inizio a novembre dello scorso anno.  Tale ipotesi è supportata dalla formazione di un grande “testa e spalle”,  che in analisi tecnica rappresenta  la figura classica d’inversione per eccellenza. Il completamento del pattern ha visto il prezzo crollare dai primi di febbraio fino a raggiungere il primo supporto a 1,33 e in estensione  a 1,30. 

Pur  considerando la momentanea fase di stallo, solitamente seguita da un forte breckout direzionale,  il “sentiment” nei confronti della coppia EURUSD continua ad essere fortemente bearish. Il che potrebbe tradursi nell’immediato futuro in una ulteriore spinta verso le soglie minime in area 1,2800 e 1,2650. 

eurusd

  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tradingeuropugliaexportbundeurusd
i blog di affari
Green Pass più esteso per i guariti dal Covid: appello al Governo
L'opinione di Tiziana Rocca
"No Green Pass esclusi dalla vita sociale come se non fossero cittadini"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.