A- A+
PugliaItalia
DeNittis autoritratto

È un doppio omaggio a Giuseppe De Nittis e a Léontine Gruvelle la mostra a Palazzo della Marra, dedicata al centenario della donazione delle opere del maestro dell’Ottocento alla città di Barletta. L’esposizione, visitata in preview da Nichi Vendola, Presidente della Regione Puglia, Francesco Ventola, Presidente della Provincia Barletta-Andria-Trani e Corrado Petrocelli, Rettore dell’Università degli Studi di Bari, è stata inaugurata dal ministro per i Beni culturali e Turismo, Massimo Bray: una presenza che evidenzia il richiamo nazionale della donazione di Léontine Gruvelle che il Comune di Barletta valorizza sulla scia del successo raccolto dall’esposizione delle opere di De Nittis, prestate prima a Parigi e poi a Padova.

Il centenario della donazione è qui celebrato dall’inedito progetto curato da Christine Farese Sperken in collaborazione con i due dottori di ricerca dell’Università di Bari, Edoardo Trisciuzzi e Nicola Zito, sostenuto da un contributo della Provincia Barletta Andria Trani, e promosso dall’amministrazione Comunale di Barletta. La mission dell’iniziativa è nelle parole dell’Assessore alle Politiche dell’Identità culturale Giusy Caroppo, che afferma: “De Nittis è uno dei pezzi del puzzle che, con metodo contemporaneo, vorrei rintracciare nei punti della  politica dell’identità della città. Cominciando col far vivere un Museo con le risorse che ha. Un tesoro non solo materiale, ma un tesoro di suggerimenti culturali e emozionali. Una tavolozza di spunti che una figura come “Peppino” - il barlettano che non conosceva una parola di francese quando arrivò a Parigi, eppure sbaragliò tradizione e avanguardia -  “dona” alle generazioni di ieri e a quelle di domani.”

DeNittis5


Il progetto, accompagnato da un corposo apparato didascalico bilingue che racconta l’iter di vita e ricerca dell’artista pugliese – un artista “complesso”, come definito dal governatore Vendola, durante la visita alla mostra - affermatosi a Parigi durante gli anni che videro l’alba della pittura impressionista, integra il patrimonio della mostra permanente della Pinacoteca De Nittis, con l’esposizione - negli spazi tradizionalmente dedicati agli eventi temporanei – con testimonianze di grafica e pittura del Maestro dell’Ottocento, finora custodite nei depositi, e altre particolarmente significative, qui trasferite dal secondo piano, in un percorso cronologico e dedicato alla sua maestria nelle tecniche più disparate.

Sebbene l’iniziativa nasca con lo spirito di far riappropriare la cittadinanza dell’intero tesoro della Collezione De Nittis - di qui il titolo “La collezione De Nittis: un dono alla città” – è già grande il riscontro di pubblico che la mostra sta ottenendo tra i turisti, anche stranieri, e gli appassionati, specie durante l’apertura straordinaria il giorno di Ferragosto e quella serale gratuita, ogni sabato dalle ore 20.00 alle 23.00, per Puglia Open Days.

Durante queste visite dedicate oltre che al Palazzo della Marra, al centro storico e alla cattedrale, si viene accompagnati da guide qualificate ed è obbligatoria la prenotazione da effettuarsi presso l’Ufficio IAT di Barletta (c/o Corso Garibaldi n. 204-206 - Tel. +39 0883331331); per l’occasione, può essere rischiesta la disponibilità gratuita di interpreti LIS e guide per le persone non vedenti (in collaborazione con UIC Puglia). Approfondimenti e applicazioni nell’ambito del progetto Puglia Open Days per il territorio della BAT sono al link www.opendays.viaggiareinpuglia.it.

Tra le iniziative ad ingresso gratuito al Palazzo della Marra, i “Paesaggi Musicali”, a cura dell’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”: prossimo appuntamento il 28 agosto alle ore 21,00 con il Quartetto d’archi “De Nittis”, da Verdi a Piazzolla
.

Tags:
barlettade nittispalazzo della marramostraestate
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.