A- A+
PugliaItalia
La tradizione dei calendari Lo sguardo lungo di Vittorio Palone

Scandire i giorni, nelle declinazioni mensili di stagioni e fasi lunari, è da sempre la funzione dei calendari d'ogni sorta, più o meno colorata, più o meno ricca di appendici e almanacchi. Siano essi da muro, da tavolo, tascabili o consultabili nelle moderne accezioni del digitale e delle relative applicazioni più sofisticate.

A Bari, Vittorio Palone: imprenditore delle Arti Grafiche romano di origine e barese d’adozione col diploma di fotoincisore, ha lasciato un segno nella promozione culturale della città, svolta attraverso la realizzazione di "calendari dedicati" dal 1992 al 2006 nella sua Fotolito 38, l'azienda di pre-stampa, che ha accompagnato lo start-up dell'intera galassia tipografica del capoluogo pugliese e non solo.

Furono 15 i calendari che ogni anno legarono il tema della città di Bari e del suo territorio a quelli dell'arte, della ricerca, della solidarietà e che, prodotti e distribuiti dai due imprenditori gratuitamente e in maniera diffusa su tutto il territorio nazionale, sono diventati nel tempo un "must" imperdibile per quanti fossero affetti da "baresità estrema".

Sfogliare 15 anni di calendari ricchi di futuro, di speranza e di vivacità creativa è ripercorrere, mano nella mano, un pezzo importante della storia di un sodalizio destinato a rinnovarsi e perpetuarsi nell'incessante impressione 'grafica' e 'foto tipo': manifesto caleidoscopico di un legame ben più profondo, ricco di stima, riconoscenza reciproca e sentimenti d'affetto spontanei.

Il legame tra Fotolito 38 e Tipografia Ragusa nasce con Vittorio Palone e Umberto Ragusa. Si cementa nelle controversie e nei successi di una vita, per rimbalzare nell'avventura editoriale della Gelsorosso di Carla Palone e la Ragusa Grafica Moderna di Domenico Ragusa.

calendario
 

Un'unione che fa il pari con l'altro sodalizio tutto interno a Fotolito 38 tra Vittorio Palone e Antonio Porcelluzzi. Il socio col quale riesce, nel giro di pochi anni e grazie ad una politica di gestione sensibile e comunque aperta all'adozione di nuovissime tecnologie, a rendere leader l'azienda nel settore della prestampa, portandola a impegni e commesse di spessore: come l'affidamento di campagne di comunicazione e opere editoriali per conto del Consiglio della Comunità Europea

Attraverso la collaborazione con molti creativi baresi, con associazioni culturali e di volontariato, con enti pubblici e privati, nonché con diverse amministrazioni pubbliche, un semplice "calendario" diventava strumento di connessione tra le realtà diverse del territorio e le comunità locali. Con una scelta dei temi da trattare svolta nell'ambito della ricerca nell'arte, nella solidarietà e nella cultura tradizionale barese e, negli ultimi anni, con un taglio d’impegno sociale con le raccolte fondi per Emergency, Amnesty International, Solco onlus e le adozioni internazionali.

La lungimiranza di Vittorio Palone fu comunque ripagata dal riconoscimento ed dal successo che questo semplice strumento di comunicazione - un semplice calendario promozionale - ha riscosso in forma diffusa, diventando un vero e proprio elaborato organo di comunicazione istituzionale.

A sette anni dalla scomparsa e in occasione del riconoscimento da parte dell'Associazione Murattiano, Carla Palone ha deciso di riprendere il filo ritrovato di quella ‘tradizione’, che la lega al padre Vittorio come figlia e come imprenditrice, editando un calendario a lui dedicato, che è parte di un progetto finalizzato alla sensibilizzazione delle imprese ed aziende locali, verso la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale barese.

Il progetto prevede la collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Bari: in coerente continuità con la particolare attenzione e fiducia che lo stesso Vittorio Palone esprimeva per i giovani, che si affacciavano per la prima volta nel mondo del lavoro.

Dodici opere pittoriche di artisti diplomati all'Accademia di Belle Arti di Bari e selezionate nell'ambito del X Premio Nazionale delle Arti/Bari 2013 costituiscono i dodici soggetti mensili di un calendario donato da Gelsorosso Editrice e Ragusa Grafica Moderna alla Camera di Commercio di Bari, affinché venga distribuito gratuitamente ai propri iscritti. La finalità è quella di dare visibilità ai giovani artisti locali e creare loro un canale esclusivo, in cui dialogare con imprenditori capaci di recepire lo stesso spirito di iniziativa di Vittorio Palone: per la valorizzazione del territorio, attraverso il sostegno ai talenti locali.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
calendarivittorio paloneinnovazionesguardo
i blog di affari
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.