A- A+
PugliaItalia
gargano tremiti

Le Isole Tremiti nell’elite delle Aree Marine del Mediterraneo. Nei giorni scorsi, infatti, il Direttivo di MedPAN (acronimo di Network delle Aree Marine Protette del Mar Mediterraneo) ha ratificato l’adesione delle Diomedee a questo importante organismo, volto a migliorare l’efficacia e l’efficienza di gestione delle AMP del Bacino Mediterraneo attraverso la promozione e la condivisione di esperienze e di buone pratiche dei soggetti gestori ed arrestare la perdita di biodiversità e raggiungere gli obiettivi di conservazione sull’ambiente marino.

Un’adesione, proposta e voluta fortemente dal Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Gargano, Stefano Pecorella, che oltre a dare lustro alle Tremiti prospetta per l’arcipelago un futuro di respiro internazionale, proseguendo il percorso iniziato nell’ultimo biennio in fatto di tutela, promozione e fruizione del territorio a vantaggio di turisti, residenti ed imprenditori\operatori turistici.

MedPan – che oggi consta di oltre 27 soci rappresentati da Enti gestori di aree marine protette di tutto il bacino mediterraneo di cui 11 italiane e di 23 partner internazionali desiderosi di contribuire al rafforzamento della rete - per raggiungere gli obiettivi di efficacia nella gestione e conservazione dell'ambiente, lavora in stretta collaborazione con molti partner quali associazioni internazionali per la protezione ambientale come IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura), WWF e il RAC/SPA (Centro Regionale per le attività riguardanti le Aree Specialmente Protette) ovvero l'organizzazione incaricata di attuare il protocollo della Convenzione di Barcellona per quanto riguarda le zone specialmente protette nel Mediterraneo.

Nello specifico questo network mette in campo attività per promuovere scambi tra i membri e i partner della rete, per dare impulso, gestire e coordinare progetti relativi alle AAMMPP, per promuovere il ruolo, il valore e i benefici ambientali, sociali ed economici delle AAMMPP e diffondere agli attori istituzionali e al pubblico le azioni condotte dalla rete MedPAN, nonchè per  promuovere il monitoraggio scientifico dello stato ecologico delle AMP nonché programmi di ricerca scientifica.

AVV.STEFANOPECORELLA

“Con orgoglio e maggiore fiducia nel futuro prossimo-venturo aggiungiamo un altro importante tassello nel prezioso mosaico delle Tremiti – commenta il Presidente Pecorella -. In un momento di  difficoltà economiche si è ritenuto necessario creare forme di coordinamento e collaborazione con autorevoli partners ed interlocutori nazionali ed internazionali. Questo aiuterà anche a rompere quel muro di isolamento, fisico ed ideologico, con il quale Tremiti da tempo si trova a fare i conti. MedPan rappresenta una straordinaria occasione per individuare e mettere in pratica quegli interventi volti a stabilire l’equilibrio tra tutela dell’habitat e le esigenze (anche economiche) dell’uomo". 

"Le Diomedee – sottolinea il Presidente - sono la perla rara del Mediterraneo che va sì valorizzata, ma anche protetta da avidi speculatori che antepongono il profitto davanti a tutto. L'ente Parco non farà mai mancare il suo apporto cosi come auspico facciano le istituzioni e gli stessi cittadini delle isole diomedee”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
tremitimediterraneoeliteparco del garganopecorella
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.