A- A+
PugliaItalia
Habitat

Si chiama  ‘Habitat & Dis-Habitat il nuovo ciclo di lavori  di Valeri Tarasov, artista russo, pugliese d’adozione, che riunisce  diciotto tele di eloquenti dimensioni e dai soggetti comuni, ambienti,  case, rifugi,  spazi senza confini, senza separazione espressi in flussi di simboli e cromie.

Ad abitarli ci sono uomini e donne di puntuale referenzialità figurativa, scortati da oggetti e animali altrettanto riconoscibili che si innestano su superfici astratte, percorse da trame, da orditi di solida matericità. In alcuni casi la texture geometrica si fa tridimensionale e asseconda  incastri di volumi, di mattoni, di murature, di architravi, di porte, di riquadri, di infissi, di ardite impalcature dalle quali le figure umane, mai assenti, contemplano un abisso di colori e di forme, si rimpiccioliscono raggiungendo il  minimo della scala, si raggrumano in un infinitamente piccolo degno delle sublimi atmosfere del romanticismo tedesco.

A volte la tela accoglie inserti di delicate decorazioni o lascia intravedere frammenti di paesaggi, svettanti assi verticali o tralicci cementizi nati dal nulla e perciò allusivi di precari ancoraggi. (…..) Le figure si misurano con uno spazio onirico trasfigurato da presenze simboliche, da punti di fuga arditi che costringono l’occhio a seguire prospettive incongrue dove il limite tra  esterno ed interno, natura e architettura, astratto e figurativo si stempera fino a confondersi del tutto. (…..)

La pittura diventa un sistema complesso e articolato che opera mettendo in campo famiglie di segni e allegorie, sequenze narrative fluide in eclettico rapporto con il nostro tempo. Ossia con l’ affastellarsi disordinato di informazioni, con l’entropia di una società contraddittoria e stratificata, con il sovrapporsi di dialetti e di idiomi, di materiale e di virtuale. (Dal testo in catalogo di Marilena Di Tursi)

DSC 0743

Habitat & Dis-Habitat è una mostra promossa dall’Associazione culturale barese il Murattiano e patrocinata da Regione Puglia e  Comune di Lecce. All’inaugurazione parteciperanno l’artista e la curatrice.

Tarasov

Valeri Tarasov , artista russo naturalizzato pugliese, ha all’attivo oltre 50 mostre di rilievo internazionale in tutta Europa. È risultato vincitore di diversi concorsi internazionali per le Opere Pubbliche banditi dallo Stato italiano. Alcune sue opere sono state commissionate ed acquistate dal Comune di Bari per il Museo di “San Nicola e i bambini” mentre molte altre  appartengono a collezionisti italiani, stranieri e a musei privati.

Le sue mostre sono state recensite dalla stampa, dalle testate giornalistiche della RAI e di altre emittenti televisive e radiofoniche nazionali.

La mostra rimarrà aperta fino al 1 aprile. Feriali: 9.00-13.00/16.30 -20.30. Sabato e domenica: 9.30-13.00/16.30 -20.30

Tags:
leccetursitarasovrussiapugliafrontiereallegorieprospettivecolori
i blog di affari
Green pass, tracciamento digitale per riavere diritti sequestrati in lockdown
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.