A- A+
PugliaItalia
Lettieri (FI) sui Marò 'Renzi cambi verso '
"Che Massimiliano Latorre rientri in Italia, seppure per trascorrervi solo quattro mesi di convalescenza dopo l’ischemia, ci riempie di gioia. Ma non ci rassicura affatto pensare che il nostro marò torni a casa per questioni di salute, oltretutto dovute verosimilmente allo stress causato da una detenzione che si protrae ormai da due anni segnati da continui rinvii delle udienze e, dunque, dall’assenza di un giusto processo in violazione di leggi internazionali e da altalenanti notizie riportate dalla stampa locale sulla possibilità di applicazione della pena di morte".
 
"Il nostro pensiero affettuoso e la nostra piena vicinanza va in questo momento anche a Salvatore Girone che resta in India a consumarsi in una attesa ingiusta quanto disumana".
 
"È inaccettabile che a dettare l’agenda del ritorno in patria di Massimiliano e Salvatore debbano essere le loro condizioni di salute. Quanto accade ai nostri militari nella indifferenza internazionale e nella inadeguatezza politica dei governi italiani che in questi due anni non hanno saputo tutelare i loro diritti, è inqualificabile".
 
"Renzi cambi davvero verso a questa inadeguatezza ed esiga finalmente con autorevolezza e con forza il rispetto non solo dei diritti umani dei nostri marò, ma anche dei trattati internazionali”. Lo dichiara in una nota Luigi d’Ambrosio Lettieri, capogruppo 12^ Commissione Senato.
Tags:
maròd'ambrosio lettierirenziverso
i blog di affari
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
Illegittimo il redditometro fuori dalla realtà
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.