A- A+
PugliaItalia
Petrocelli Napolitano

Non c’è solo l’emozione di un ricordo fraterno e la testimonianza per l’omaggio a due maestri che hanno lasciato più di un segno negli scenari architettonici pugliesi, Vittorio Chiaia e Massimo Napolitano, nella visita a Bari del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

C’è il saluto istituzionale più alto alla fine di una guida significativa dell’Ateneo barese, del Magnifico Rettore Corrado Petrocelli, e il sigillo più autorevole al convegno voluto da Federculture e dalla stessa Università ‘A. Moro’: “Cultura e Mezzogiorno. Una nuova strategia per il Paese”.

Ma anche l’occasione - sollecitato a piena voce dai cittadini accorsi per salutarlo - per lanciare, ancora una volta, una sferzata al Parlamento e al Governo. “Se persino l’Universo è stato creato in sette giorni, non credo ce ne voglia uno di più per approvare una legge elettorale migliore di quella in vigore”, non l’ha detta proprio così, ma lo spirito del messaggio è ben riassunto dal riferimento biblico.

Inaugurato ufficialmente il palazzo simbolo della cifra architettonica di Chiaia e Napolitano, ricordati con la targa voluta dall'Università e scoperta dal Capo dello Stato col Rettore Petrocelli, il Presidente Napolitano ha poi seguito i lavori del convegno di Federculture nell'Aula magna dell'Ateneo, ascoltando le relazioni dello stesso Petrocelli, di Alessandro Laterza (Confindustria), di Roberto Grossi (Presidente Federculture) e del Ministro per i Beni e Attività Culturali, Massimo Bray.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
napolitanobariuniversitàculurafederculturepetrocelligrossi. braylaterza
i blog di affari
Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
SERVONO EUROPROGETTISTI, BANDI NEL DIGITALE E PER PROGETTI ECOSOSTENIBILI
Boschiero Cinzia
Green Pass, le manifestazioni pacifiche possono far cedere il regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.