A- A+
PugliaItalia
Nasce l'Alleanza delle Cooperative Italiane Puglia

In Puglia ci sono circa 7 mila cooperative. Una risorsa economica e sociale che rappresenta circa il 10% dell’intera cooperazione nazionale ed il 5% degli occupati. Una forza produttiva che merita una rappresentanza forte ed unitaria. Per questo le tre principali Centrali Cooperative pugliesi, Agci, Confcooperative e Legacoop stringono un patto associativo per dar vita al coordinamento regionale dell’Alleanza delle Cooperative Italiane.

Il patto associativo sarà siglato il 27 giugno nel Salone degli Affreschi dell’Università di Bari, nel corso dell’Assemblea costitutiva che vedrà nascere l’Alleanza delle Cooperative Italiane Puglia. Il coordinamento regionale pugliese prende le mosse da quello nazionale, che è costituito dalle Associazioni più rappresentative della cooperazione italiana (AGCI, Confcooperative, Legacoop). 

università bari
 

Nato, in particolare, col fine di coordinare l’azione di rappresentanza nei confronti del Governo, del Parlamento, delle istituzioni europee e delle parti sociali, forte di una rappresentanza molto ampia del tessuto imprenditoriale nazionale. Oltre 43.000 le imprese associate, che rappresentano oltre il 90% dell’intero universo cooperativo nazionale e con oltre 1.200.000 persone occupate, 140 miliardi di euro di fatturato consolidato ed oltre 12 milioni di soci.

La declinazione pugliese dell’Alleanza nasce per proiettare a livello regionale la stessa vision condivisa dall’Alleanza nazionale, e la medesima mission aggregativa, assumendo in un singolo e autorevole interlocutore le prerogative, le istanze e le capacità di una qualificata maggioranza di cooperatrici, cooperatori e cooperative pugliesi.

alleanza 530 400
 

L’Alleanza regionale si propone agli interlocutori istituzionali e ai top player dell’economia regionale e non solo con la consapevolezza di essere portavoce di un tessuto socio-economico che anche in anni di crisi ha saputo valorizzare il lavoro delle persone, premiare le professionalità e le competenze delle cooperatrici e dei cooperatori, nonché salvare posti di lavoro in epoca di licenziamenti diffusi.

La decisione di dar vita ad un coordinamento della cooperazione pugliese nasce dalla consapevolezza e, insieme, auspicio che si possa realizzare una rappresentanza unitaria che contribuisca ad un maggiore impulso di nuova imprenditorialità e di nuova buona occupazione in Puglia.

Risultati ambiziosi potranno essere ottenuti solo se la consapevolezza di avviare un percorso unitario investa e riguardi non solo le azioni delle Associazioni di rappresentanza ma anche di tutte le cooperative aderenti nella certezza che si potrà crescere solo se lo si farà insieme.

Ai lavori dell’assemblea del 27 giugno parteciperanno, tra gli altri il presidente nazionale dell’Alleanza Cooperative Italiane Mauro Lusetti, il coordinatore dell’Alleanza, Vincenzo Mannino, il Co-Presidente dell’Alleanza Cooperative Italiane, Rosario Altieri.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
legacoopconfcooperativepugliaalleanza
i blog di affari
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green Pass più esteso per i guariti dal Covid: appello al Governo
L'opinione di Tiziana Rocca
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.