A- A+
PugliaItalia
Olivieri (RI): 'Il porto va aperto ai cittadini'

Ci vuole l’umiltà d’imparare dai grandi errori commessi nel passato che hanno privato Bari della sua cultura portuale: Bari è una città col porto ma deve tornare ad essere una città-porto, riscoprendo la sua anima levantina”. Lo spiega Giacomo Olivieri, presidente di Realtà Italia e candidato sindaco alle primarie cittadine del centrosinistra che si terranno a Bari il prossimo febbraio, facendosi promotore “di un porto aperto ai cittadini oltre che ai turisti grazie a manifestazioni, mostre, mercati e spettacoli”.

Secondo Olivieri “dovrebbe poi entrare nel dibattito politico la discussione sulle zone franche portuali. E per Bari vorrei che si strutturasse un’iniziativa. Intanto occorre un’amministrazione comunale che promuova ogni attività in grado di riportare i cittadini a vivere il porto. Serve un'integrazione nel segno della qualità delle funzioni urbane e portuali”.

“Fatte salve le questioni di sicurezza e di controllo – aggiunge Olivieri - porto e città devono tornare ad essere tutt’uno, ancor prima che il nuovo Piano urbanistico generale della città sostituisca l’ormai obsoleto Piano Quaroni in vigore dal 1976. C’è così la necessità di riorganizzare da subito alcuni spazi rimettendo a disposizione dei cittadini quelli non strettamente indispensabili all'operatività portuale, per non doversi accontentare del Palazzo della Dogana come unico bene da restituire alla fruizione urbana”.

L’occasione – conclude Olivieri - è propizia perché Bari potrà beneficiare dei fondi che l'Ue metterà a disposizione dei nuovi corridoi europei che formeranno la rete trasportistica ‘Ten-T’ e perché ripartono, con i monitoraggi ambientali ante-opera, i lavori di colmata nell'area Pizzoli-Marisabella: un’opera che consentirà di riorganizzare le funzioni portuali e di liberare spazi in favore dei quartieri che si affacciano sul porto. E sta infine per aver vita la città-metropolitana con tutte le occasioni che porterà”.

Tags:
olivierirealtà italiaportobariaprire
i blog di affari
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.