A- A+
PugliaItalia
Omicidio Florian Mesuti Lettieri: 'Non basta sdegno'
“Apprendo da notizie di stampa che Francesco Caldarola, ricercato per il presunto assassinio di Florian Mesuti grazie alle testimonianze di chi ha assistito all’agguato, si è costituito", dichiara in una nota diffusa Luigi d’Ambrosio Lettieri, coordinatore cittadino FI Bari.
 
"L’omicidio di un ragazzo perbene, che cercava di costruire il proprio futuro rifuggendo dai facili richiami delle sirene della criminalità, ucciso senza pietà solo per aver tentato di sedare una lite tra ragazzini, suscita una particolare amarezza. Lo sconforto però non può prendere il sopravvento. Né ci si può limitare allo sdegno. La politica ha il dovere di fare molto di più e di dare anche segnali concreti e forti a partire dalle prassi amministrative che interessano, ad esempio, le municipalizzate su cui bisogna fare chiarezza e che devono essere totalmente trasparenti".
dAmbrosio Lettieri5
 
 
"Ho apprezzato la reazione chiara e risoluta del sindaco Decaro - continua Lettieri - al quale rinnovo l’appello ad iniziative bipartisan perché la politica non ha alibi se si divide su legalità e lotta alla criminalità. L’antimafia sociale non è uno slogan, ma deve nutrirsi di esempi, a partire da chi riveste ruoli pubblici".
 
"Intanto, vorrei sottolineare l’atteggiamento tutt’altro che omertoso di chi ha visto quanto accaduto. Questo coraggio e questa partecipazione civile vanno riconosciuti e sostenuti con i fatti. Il quartiere Libertà è fatto di tante brave persone che non si arrendono all’arroganza della violenza. Il più forte non è quello che spara ad un ragazzo inerme, tantomeno chi pretende di usare l’arma del terrore per segnare il potere su un territorio e sulle persone di quel territorio".
 
"Mi auguro che l’amministrazione comunale dia un segnale forte intitolando quella strada o quella piazza dove Florian – che fosse albanese o italiano non ha alcuna importanza -  è stato inseguito e ammazzato proprio a lui. A questo ragazzo che è tutti noi. Che rappresenta la nostra città. E la nostra città appartiene alle persone perbene”.
 
----------------------------
Ucciso per aver difeso un 14enne e sua madre aggrediti da un 15enne: figlio e fratello di volti noti della criminalità barese, legata al clan Strisciuglio. Il 25enne Flori Mesuti è stato ammazzato perchè avrebbe oltraggiato il figlio del boss Caldarola del quartiere Libertà di Bari (ndr).
Tags:
florianomicidiolettieridecarobari
Loading...
i blog di affari
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.