A- A+
PugliaItalia
Nespoli ARISS

Dall'immesità siderale ai fondali marini più profondi le declinazioni della leggerezza e della "fluttuazione" sono tantissime. Alcune di queste potranno essere in qualche modo vissute, almeno come sensazione, nel Planetario installato in Fiera del Levante, nella piazzetta antistante l'ingresso di Eataly, che per l'apertura ha visto l'arrivo di Paolo Nespoli: l'astronauta italiano appena reduce dallo spazio.

Occasione per vivere la leggerezza espressa in tutte le forme, comprese quelle artistiche riassunte nei movimenti armonici e attraenti dei mimi e artisti in strada, come Giancarlo Ceglie (suo il presidio sul marciapiede di C.so Cavour ang. via Dante), che quotidianamente accendono la fantasia e accompagnano gli sguardi rapiti dei bambini, nei loro fugaci e suggestivi viaggi "a bocca aperta".

mimo giancarlo

“Stare nello spazio? E' come stare fuori dal mondo. Sembrerebbe una battuta ma è davvero così!” Parola di Paolo Nespoli il primo astronauta italiano a volare nello spazio per ben due volte, che ha visitato la Fiera del Levante assieme al sub barese Stefano Di Cagno, impegnato tra qualche giorno, nel record mondiale di immersione.

“Ho sognato sin da piccolo di fare questo mestiere - ha detto Nespoli - ho studiato, ci ho creduto poi la vita mi è stata complice, mi ha sostenuto per realizzare il mio sogno”. Una attività particolare, in cui il corpo di chi popola la navicella perde la sua identità”.

Nespoli

“Ci si trova in una situazione ha spiegato Nespoli - che non può essere sperimentata durante le esercitazioni, anni di studio e poi la forza di gravità stravolge tutto. Il corpo si trasforma, si ribella, il cervello è offuscato. Ci vogliono almeno 5 settimane per la trasformazione completa da terrestre ad extraterrestre”.

Il turismo spaziale suscita interesse e Nespoli è ottimista in tal senso, dando per certo che nei prossimi anni spopolerà attirando turisti e appassionati. Dopo i suoi due lanci nel 2006 e l'ultimo nel 2010 sarà impegnato in questi giorni a sostenere il suo amico fraterno Stefano Di Cagno alle prese con il record mondiale di subacquea a Monopoli il 17 settembre.

“Sono 212 metri sott'acqua e il titolo ad oggi è detenuto da Michele Geraci, vigili del fuoco di Genova. La città di Monopoli - ha detto Di Cagno - si presta perfettamente a questo scenario e la disponibilità delle associazioni dei pescatori ha contribuito notevolmente alla organizzazione.”

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
nespolidi cagnospaziomarefiera del levante
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.