A- A+
PugliaItalia
Patto di stabilità, nuovo appello La Puglia è la punta di diamante

La frustrazione per il paradosso di un Patto di stabilità, che non consente l'accesso all'utilizzo dei fondi comuniari, per l'impossibilità di metter mano - pur avendole in cassaforte - alle risorse proprie per il cofinanziamento richiesto, continua a tener banco nell'azione di sensibilizzazione e di stimolo della Regione Puglia nei confronti del Governo e del Ministro Delrio.

La nettizzazione del cofinanziamento nazionale della spesa comunitaria, e il raggiungimento del target al 31 maggio, confermano la Puglia quale “punta di diamante di tutto il sistema, non solo regionale ma anche nazionale”.

Per questo il presidente Nichi Vendola insiste nella denuncia e nel pungolo verso un'opinione pubblica e una consapevolezza diffusa della necessità di decisioni importanti, in merito, capaci di rimettere in moto un processo che vorrebe farsi virtuoso, ma continua ad essere frenato senza ragione e senza logica.

Patto di Stabilità 2012 2014
 

“Sono giornate segnate da una grande amarezza, perché se da una parte registro con soddisfazione come la Puglia, per quanto riguarda il raggiungimento dei target della spesa comunitaria, abbia offerto i dati migliori tra le regioni italiane, dall’altra mi trovo invece costretto a scegliere di rallentare, fin quando non dovrò frenare del tutto, proprio la cosa che abbiamo dimostrato di saper fare meglio, e cioè spendere, con celerità e con qualità, i fondi comunitari".

"I dati disponibili sul target di maggio dimostrano inconfutabilmente come la Puglia sia la Regione che rappresenta la punta di diamante di tutto il sistema, non solo regionale ma anche nazionale, sia in termini di valori assoluti che in termini di valori percentuali. Se non ci fosse la Puglia le performances dell’Italia sarebbero molto al di sotto del 50% e tuttavia la gestione contraddittoria delle regole sul Patto ci conduce dritti verso un burrone".

Delrio
 

"Ogni giorno che passa, risulta sempre più chiaro come articolazioni strategiche dello Stato, Ragioneria e Mef da una parte e Dps dall’altra, abbiano costruite regole che tra loro non si conciliano. Come si può arrivare al risultato del raggiungimento dei target se contemporaneamente sussiste il divieto di sforare il Patto di stabilità?"

"La Puglia è la prima vittima di questo sistema folle. Poichè oggi per colpa dell’ultima finanziaria non potremo neppure ricorrere allo sforamento controllato, l’unica soluzione è quella di rallentare e poi sospendere la spesa dei programmi comunitari. Questo naturalmente comporterà il rischio di non poter assicurare a ottobre e dicembre prossimi il conseguimento degli obiettivi di spesa, con il paradosso di dover restituire i soldi a Bruxelles".

"L’ho già detto nei giorni scorsi, ma voglio ribadirlo oggi e ogni prossimo giorno futuro. Io non mi rassegno. Oggi sono costretto a fare delle scelte che mai avrei pensato di poter compiere. Ecco perché voglio rivolgere ancora un appello accorato al Governo di Renzi, in particolare al Sottosegretario Graziano Delrio, perché si metta finalmente mano a questa materia, liberandoci dai limiti imposti dal Patto di stabilità e procedendo  subito con la nettizzazione del cofinanziamento nazionale della spesa comunitaria”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tavola 2
Programma operativo
Fondo
(1)
Mln euro % (2) Mln euro % (3) Esito
Convergenza
Programmi regionali
Basilicata FESR 4 91,7 65,4 4 67,7 62,2 entro soglia di tolleranza (4)
Basilicata FSE 2 37,5 73,7 2 39,5 74,3 superato
Calabria FESR 7 29,3 36,5 7 29,3 36,5 superato
Calabria (*) FSE 5 18,1 64,7 4 76,7 59,6 non raggiunto
Campania FESR 1 .454,6 31,8 1 .521,8 33,3 superato
Campania FSE 4 69,5 59,6 4 66,0 59,1 entro soglia di tolleranza (4)
Puglia FESR 2 .484,6 55,3 2 .670,1 59,4 superato
Puglia FSE 7 75,4 60,6 7 93,7 62,0 superato

Sicilia FESR 2 .099,4 48,2 1 .767,7 40,5 non raggiunto
Sicilia FSE 9 82,6 60,2 9 20,6 56,4 non raggiunto

Programmi interregionali
Attrattori FESR 3 70,3 58,1 2 55,1 40,1 non raggiunto
Energie FESR 7 03,8 65,7 5 93,2 55,3 non raggiunto
Programmi nazionali
Governance e AS FSE 2 73,4 63,9 2 93,6 68,6 superato
Governance e AT FESR 1 50,5 66,6 1 35,2 59,8 non raggiunto
Istruzione FESR 2 49,7 48,9 2 59,9 50,9 superato
Istruzione FSE 9 73,2 65,5 1 .027,4 69,1 superato
Reti e mobilità FESR 6 79,4 37,1 6 98,3 38,1 superato
Ricerca e comp. FESR 2 .814,0 63,6 2 .736,9 61,9 entro soglia di tolleranza (4)
Sicurezza FESR 5 68,2 66,7 5 26,8 61,8 non raggiunto

Competitività - Programmi Regionali
Abruzzo FESR 1 98,5 62,5 2 06,6 65,0 superato
Abruzzo FSE 2 10,6 66,5 1 86,8 59,0 non raggiunto
Emilia Romagna FESR 2 50,2 65,3 2 78,2 72,6 superato
Emilia Romagna FSE 5 79,4 68,4 5 95,7 70,3 superato
Friuli Venezia Giulia FESR 1 51,2 64,8 1 53,4 65,8 superato
Friuli Venezia Giulia FSE 2 18,8 69,1 2 18,8 69,1 superato
Lazio FESR 4 97,1 67,5 4 51,2 61,2 non raggiunto
Lazio FSE 4 92,5 67,4 4 67,3 64,0 entro soglia di tolleranza (4)
Liguria FESR 3 45,0 65,6 3 51,2 66,8 superato
Liguria FSE 2 64,1 67,4 2 56,9 65,6 entro soglia di tolleranza (4)
Lombardia FESR 3 41,8 64,3 3 63,8 68,4 superato
Lombardia FSE 5 20,4 65,4 5 25,0 65,9 superato
Marche FESR 1 83,6 64,2 1 84,5 64,6 superato
Marche FSE 1 82,5 65,5 1 87,9 67,4 superato
Molise FESR 1 27,4 66,2 1 13,0 58,7 non raggiunto
Molise FSE 6 6,5 64,7 6 8,4 66,5 superato
P.A. Bolzano FESR 4 6,0 62,3 5 3,2 72,0 superato
P.A. Bolzano FSE 9 7,1 64,7 8 9,0 59,3 non raggiunto
P.A. Trento FESR 4 1,6 66,6 3 9,1 62,6 non raggiunto
P.A. Trento FSE 1 69,9 78,2 1 90,6 87,7 superato
Piemonte FESR 7 06,0 66,1 7 10,8 66,5 superato
Piemonte FSE 6 43,2 64,2 7 23,0 72,2 superato
Sardegna FESR 8 83,2 64,9 8 09,2 59,4 non raggiunto
Sardegna FSE 4 74,9 70,3 5 02,9 74,5 superato
Toscana FESR 6 45,1 63,1 6 45,1 63,1 superato
Toscana FSE 4 28,6 65,0 4 76,9 72,3 superato
Umbria FESR 1 92,1 64,8 2 16,5 73,1 superato
Umbria FSE 1 50,4 66,1 1 55,7 68,5 superato
Valle d'Aosta FESR 3 1,4 64,6 3 3,1 68,2 superato
Valle d'Aosta FSE 4 1,6 64,8 4 0,5 63,0 entro soglia di tolleranza (4)
Veneto FESR 2 84,7 63,5 2 88,7 64,4 superato
Veneto FSE 4 63,9 65,2 5 09,7 71,6 superato

Programmi nazionali
Azioni di sistema FSE 5 0,0 34,0 5 2,9 35,9 superato
(*) Mancata certificazione in attesa del rinnovo della Autorità di Gestione.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vendoladelriogovernopugliapatto di stabilitàdiamante
i blog di affari
Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
Cancellare il Natale? Un modo per turbare l'identità altrui
L'OPINIONE di Diego Fusaro
BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.