A- A+
PugliaItalia
Petruzzelli, nuovo Sovrintendente M. Biscardi nel segno di Abbado

di Antonio V. Gelormini

Claudio Abbado aveva un debito con Bari e col Petruzzelli. Aveva intenzione di saldarlo con l’appuntamento in cartellone il 18 febbraio. Sarebbe stato accompagnato dal suo segretario musicale, Massimo Biscardi, a cui aveva affidato in cura anche la sua Orchestra Mozart. L’impegno supremo l’ha bloccato per strada, ma il maestro ha voluto battere ancora un colpo con la sua bacchetta, l’impegno preso - in qualche modo - andava onorato: lui si è fermato, ma ha indicato la meta al suo braccio destro e ora Massimo Biscardi è il nuovo Sovrintendente della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari.

Eletto all’unanimità dal Consiglio d’Amministrazione della Fondazione, composto dal presidente pro-tempore, nella funzione di Sindaco, Michele Emiliano, dai consiglieri Giovanni Pellegrino e Nicola Cipriani in rappresentanza del ministero dei Beni e Attività culturali, Gioacchino De Padova per la Regione Puglia, Corrado Petrocelli per il Comune di Bari e Angela Filipponio per la Provincia di Bari, Biscardi - 58 anni, originario di Monopoli - ha subito dichiarato: “Ho accettato la nomina unanime a Sovrintendente del Teatro Petruzzelli di Bari, da parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione, con lo spirito di voler concorrere a rendere il Petruzzelli il teatro di ogni barese e di ogni pugliese. Con l'auspicio che le Istituzioni di Comune, Regione e Provincia siano unite e determinate nella necessaria opera di stabilizzazione e valorizzazione di una delle massime espressioni della tradizione musicale italiana”.

Il nuovo Sovrintendente, che proviene dalla pluriennale esperienza alla direzione artistica del Teatro Lirico di Cagliari, in altre parole ha voluto ribadire che le nozze coi fichi secchi è difficile farle, chiamando i soci a un senso di responsabilità che prima delle intenzioni, delle parole e dei proclami, svolgano “concretamente” la loro funzione prioritaria di sostegno alla Fondazione ed al Teatro Petruzzelli.

"Una bravissima persona", ha commentato a caldo Gianna Fratta, Direttore d'Orchestra 'ubiqua' tra Seul in Corea del Sud e il Conservatorio "U. Giordano" di Foggia, "competente e originale nelle programmazioni. Oltretutto un musicista di formazione (pianista, compositore e direttore). Secondo me è stata un'ottima scelta! Molto del futuro dipenderà anche dai collaboratori che lo assisteranno".

Parere condiviso anche dal Maestro Nicola Scardicchio, Compositore e Direttore d'Orchestra, per anni molto vicino a Nino Rota: "Biscardi è un ottimo musicista: pianista valentissimo, così come direttore d'orchestra, con studi di composizione brillantemente compiuti con Armando Renzi. Se lo lasciamo lavorare potrebbe fare benissimo!"

Teatro Petruzzelli

 

 

Massimo Biscardi, biografia

Massimo Biscardi è nato a Monopoli, cinquantotto anni fa.

Dopo aver compiuto gli studi classici, si è diplomato in pianoforte sotto la guida di Marisa Somma al Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari con la votazione di dieci, lode e menzione speciale, in composizione sotto la guida di Fernando Sarno e Armando Renzi e in direzione d'orchestra al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, perfezionandosi con i maestri Vincenzo Vitale per il pianoforte, e Franco Ferrara per la direzione d'orchestra.

Dall’età di diciassette anni ha tenuto concerti come pianista e, in seguito, come direttore d’orchestra, presso prestigiose istituzione musicali come l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, il Teatro Colòn di Buenos Aires, l’Arena di Verona, il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro San Carlo e l’Orchestra Alessandro Scarlatti di Napoli, il Teatro Lirico di Cagliari, le Orchestre Filarmoniche di San Paolo del Brasile, Bogotà e Buenos Aires, l’Orchestra Sinfonica di Valencia.

Dal 1989 al 1991 è stato direttore artistico e direttore musicale dell’Orchestra Sinfonica di Lecce. Dal 1992 al 2010 è stato, per più di diciotto anni consecutivi,  direttore artistico del Teatro Lirico di Cagliari, teatro divenuto celebre, in questi periodo, per la qualità delle stagioni sinfoniche e cameristiche e per la messa in scena di opere di rara rappresentazione o del tutto sconosciute in Italia come Die Feen di Wagner, Dalibor di Smetana, Cerevicki e Opricnik di Ciaikovski, Die Aegyptische Helena di Richard Strauss, Goyescas di Granados, A village Romeo and Juliet di Delius, Euryanthe di Carl Maria von Weber, Alfonso und Estrella di Franz Schubert, Hans Heiling di Marschner, Oedipe di Enescu, Chérubin di Massenet, Gli Uccelli di Walter Braunfels, La leggenda della città invisibile di Kitez di Rimskij-Korsakov, Semën Kotko di Prokofiev.

Massimo Biscardi (1)
 
 

Nel 2001 al Teatro Lirico di Cagliari, da lui diretto, è stato conferito il Premio Abbiati della critica musicale italiana con la seguente motivazione: per la qualità e la determinazione artistica, nell’impegno di programmazione e divulgazione di titoli rari del repertorio operistico, suffragata dalle recenti e continuative prime esecuzioni italiane.

Durante la sua direzione artistica si sono alternati alla guida dell’Orchestra del Teatro Lirico cagliaritano e sul palcoscenico del teatro cagliaritano i massimi direttori d’orchestra del mondo come Carlo Maria Giulini, Georges Pretre, Daniel Harding, Mstislav Rostropovich, Ivàn Fischer, Antonio Pappano, Gennadi Rozhdesvensky, Emmanuel Krivine, Rafael Frühbeck de Burgos, Frans Brüggen, Ton Koopman, Lorin Maazel, quest’ultimo divenuto nel 2003 primo direttore ospite dell’Orchestra; e solisti fra i quali i pianisti Maurizio Pollini, Martha Argherich, Grigory Sokolov, Radu Lupu, Leif Ove Andsnes, Lars Vogt, András Schiff, i violinisti Janine Jansen, Julian Rachlin, Vadim Repin, i violoncellisti Mstislav Rostropovich e  Gautier Capuçon.

Queste Stagioni concertistiche sono state caratterizzate anche dalla presenza di musicisti e di complessi che appartengono già alla storia della musica e della esecuzione musicale, come Carlos Kleiber con la Bayerische Rundfunk e Claudio Abbado con l’Orchestra Mozart.

Per le produzione liriche ha avuto un’intensa collaborazione con registi come Lev Dodin, Luca Ronconi, Graham Vick, Giancarlo Cobelli, Pier Luigi Pizzi, Stephen Medcalf (premio Abbiati per la Carmen, nuova produzione del Teatro Lirico di Cagliari), Daniele Abbado, Denis Krief (premio Abbiati per la Lucia di Lammermoor, nuova produzione del Teatro Lirico di Cagliari), scenografi come Josef Svoboda, Pier Luigi Pizzi, Ezio Frigerio, Margherita Palli e costumisti come Luisa Spinatelli, Pedro Moreno, Jamie Vartan, Vera Marzot e Maurizio Millenotti.

claudio abbado 500
 

Grande impegno ha profuso a favore della diffusione delle creazioni dei compositori italiani contemporanei, come Aldo Clementi, Azio Corghi, Sylvano Bussotti, Ivan Fedele, Michele Dall’Ongaro, Fabio Nieder, Alberto Colla, Carlo Boccadoro, Francesco Antonioni, che hanno scritto nuove composizioni commissionate per l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari.

Particolarmente attento all’evoluzione dell’arte coreografica ha sempre avuto una stretta collaborazione con coreografi, fra i quali, William Forsythe, Heinz Spoerli, Victor Ullate, Maurice Bejart, Maguy Marin, John Neumayer.

Ha terminato nell’ottobre 2011 un Saggio scritto su proposta del Conservatorio di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari sulla storia delle principali scuole pianistiche europee.

E' stato consulente di importanti istituzioni culturali internazionali e dal 2012 è consulente artistico dell'Orchestra Mozart di Claudio Abbado.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
biscardiabbadopetruzzellibarifondazionesovrintendentecagliarimozart
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.