A- A+
PugliaItalia
Pascali Compagni strada
 

L’opera di Pino Pascali è stata presentata – nelle numerose mostre a lui dedicate dopo la sua precoce scomparsa – quasi sempre isolata dal contesto nel quale l’artista si trovò ad operare – la Roma del periodo compreso tra la fine degli anni ’50 e il 1968 – in cui la capitale conobbe uno straordinario e proficuo avvicendarsi di eventi artistici.

Nell’esposizione Roma anni ’60 (Roma, Palazzo delle Esposizioni, dicembre 1990-febbraio 1991), il clima fervido di quegli anni è stato rievocato in maniera circostanziata, attraverso le opere in mostra e i saggi e le interviste in catalogo. Anche alcune più recenti iniziative espositive, sebbene in maniera meno ampia, hanno dato conto di quella stagione per molti aspetti irripetibile.

Renato Mambor, COLTIVAZIONI MUSICALI  DITTICO   150X200  2011 BR
 

La mostra, che si terrà dal 30 novembre 2013 al 26 gennaio 2014 a Polignano a Mare nella nuova sede della Fondazione Museo Pino Pascali, la cui mission è conservare la memoria dell’opera dell’artista pugliese prematuramente scomparso, vuole far conoscere – attraverso una selezione di lavori dei suoi “compagni di strada” (artisti noti a livello internazionale oggi ancora attivi come Kounellis, Ceroli, Fioroni, Lombardo, Mambor, Tacchi, o ormai scomparsi come Schifano, Angeli, Festa) – ciò che accadeva intorno a lui.

Tutto ciò per offrire un quadro delle reciproche influenze tra i protagonisti delle vicende artistiche di quel periodo, dei temi che affrontarono e dei modelli cui si ispirarono, dell’eredità che hanno lasciato alle generazioni successive.

Sergio Lombardo, Nikita Krusciov” 1962, smalto su tela, cm. 230 x 180 0276 BR
 

Per ognuno degli artisti si presenteranno due opere, una del periodo compreso tra l’inizio degli anni ’60 e il 1968, e l’altra di epoca successiva, che darà conto anche se in maniera sintetica degli sviluppi delle premesse delle loro ricerche.

La mostra è accompagnata da un catalogo che conterrà un testo della curatrice, Lia De Venere, le foto di tutte le opere esposte e un testo di Bruno Di Marino sui film realizzati da alcuni degli artisti in mostra.

La mostra rimarrà aperta dal 30 novembre 2013 al 26 gennaio 2014.
Orario: dal martedì alla domenica ore 11-13, 17-21; lunedì chiuso.​
La Fondazione Pino Pascali resterà chiusa i giorni 24,25 e 31 dicembre 2013 e 1 gennaio 2014

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
pascalipolignanocerolikounellismambor
i blog di affari
Cdx, le liti regalano Milano a Sala. La Destra meneghina non esiste più
di Maurizio De Caro
Green pass, tracciamento digitale per riavere diritti sequestrati in lockdown
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.