A- A+
PugliaItalia
bari politecnico

Bari – Più di un’ambiguità ad opera del Senato Accademico del Politecnico di Bari, secondo Studenti Democratici: “Tutto è cominciato il 27 Giugno scorso quando il Senato Accademico ha approvato la richiesta avanzata dal rappresentante degli studenti in senato accademico, Gianluca Lamacchia, di istituzione di corsi gratuiti di preparazione ai test d'ingresso di tutti corsi di laurea del Politecnico”. 

Studenti Democratici spiega che, in pratica, “parallelamente a questa delibera è stata approvata la richiesta avanzata dall'associazione Azione Universitaria Politecnico di utilizzare gratuitamente, “qualora il Politecnico non preveda di organizzare i precorsi”, n°2 aule grandi del Politecnico, con annessa strumentazione, per poter permettere lo svolgimento dei corsi ANALOGHI di preparazione ai test di Ingegneria, Architettura, Edile-Architettura”. A lasciare interdetti, secondo la testimonianza degli studenti, la non garanzia di gratuità
di accesso all'attività “del tutto concorrenziale a quella istituzionale del Politecnico”. Attività che tra l’altro, come ricordato dagli stessi universitari, negli anni precedenti è sempre stata a pagamento.

Immagine Politecnico

Le ambiguità, però, non finiscono qui: ad apparire sul sito ufficiale del Politecnico il 15 Luglio (e fino alla sera del 25 luglio), come prima notizia visibile per tutti gli studenti immatricolandi, solo l’avviso a proposito dei precorsi di Azione Universitaria. Piuttosto strano, se si pensa al fatto che dei precorsi gratuiti ed istituzionali organizzati dallo stesso Politecnico di Bari si è fatto riferimento solo in data 25 luglio. Precorsi gratuiti ed istituzionali per i quali, ricordiamolo, nella riunione ordinaria di Consiglio di Amministrazione del 19 Luglio sono stati stanziati i fondi. 

“Riteniamo – dichiara il gruppo di Studenti Democratici - che non sia opportuno promuovere un’iniziativa in concorrenza con una iniziativa istituzionale del Politecnico di cui nessuno può verificare la qualità della didattica erogata poiché un qualsiasi studente iscritto ad i Test, non superandoli, potrà accusare il Politecnico di Bari di avergli consigliato, pubblicizzandola, tale iniziativa”. “Tali informazioni – evidenzia il gruppo di Studenti Democratici - stanno creando enorme confusione tra gli studenti iscritti ai Test, che non sanno se i precorsi pubblicizzati sul sito istituzionale del Politecnico siano quelli istituzionali o siano promossi e considerati affidabili dal Senato Accademico, o siano semplicemente consigliati dal Politecnico, o nessuna di queste”.

Senza risposte, almeno per ora, le domande degli studenti: “Cosa spinge il Rettore a far pubblicizzare, e quindi a promuovere, sul sito istituzionale del politecnico un'attività, che potrebbe essere a pagamento per gli studenti, facendo gravare sull'immagine del nostro Politecnico la responsabilità della qualità di tali precorsi non istituzionali sui quali il Politecnico stesso non esercita alcun controllo? Abbiamo rivolto queste domande al Magnifico Rettore senza che però Senato Accademico e Consiglio di Amministrazione si schierassero in difesa della gratuità e qualità dei servizi offerti dal Politecnico”.

Tags:
politecnicobaripercorsi istituzionaliazionetensionistudenti
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.