A- A+
PugliaItalia
Puglia nei Castelli La Fondazione replica

La risposta della fondazione Nikolaos alla nota di Patrizia Rossini, dopo le noie organizzative in occasione del secondo appuntamento di "Puglia nei Castelli" a Mola di Bari:

La Fondazione Nikolaos, organizzatrice per il secondo anno consecutivo della rassegna culturale «La Puglia nei Castelli», in relazione alla lettera inviata il 27 luglio dalla scrittrice Patrizia Rossini sulla «disorganizzazione» di sabato 26 al Castello di Mola di Bari, intende precisare e chiarire alcuni concetti espressi in maniera inesatta dalla scrittrice, volti a ledere l'immagine di una manifestazione che nell'edizione 2013 e nelle tappe svoltesi finora nel 2014, ha sempre riscontrato unanimi consensi ed entusiastiche partecipazioni da parte di un pubblico sempre molto numeroso.

Giordano Nikolaos
 

Ci dispiace del ritardo verificatosi per l'inizio della presentazione del libro della scrittrice (non avvenuta, perché Rossini se n'è andata mentre un nostro incaricato stava organizzando lo spostamento all'esterno del Castello della presentazione, visto che la strumentazione per effettuarla si trovava solo all'interno); si sarebbe potuta realizzare, seppur in ritardo, davanti a diverse migliaia di persone (si vedano foto in allegato) convenute per assistere, nell'Anfiteatro, allo spettacolo dell'Anonima G. R.

Ma Rossini non può scrivere nella lettera inesattezze come quelle secondo cui la manifestazione «La Puglia nei Castelli» avrebbe proposto alla Regione Puglia il progetto culturale, ottenendone «l'approvazione e quindi il finanziamento». Chiedendosi in seguito, in maniera del tutto demagogica, se «possiamo permettere noi cittadini di vedere i nostri soldi utilizzati in maniera così superficiale e maldestra».

La scrittrice può stare tranquilla: «La Puglia nei Castelli» non ha un centesimo di finanziamento dalla Regione Puglia, ma solo un patrocinio gratuito (tutto è trasparente e verificabile, in maniera molto semplice). Bisognerebbe dunque stare molto attenti, prima di affermare certe cose, se non si conoscono affatto.

La Puglia nei Castelli Mola1
 

Quanto all'organizzazione generale, tutto è sempre andato finora nel migliore dei modi, sia nelle presentazioni dei libri, che negli spettacoli proposti, nelle varie tappe del progetto. Alcuni ritardi, a volte, sono fisiologici e comunque indipendenti dalla volontà degli organizzatori. Ma non è tollerabile che si alluda a finanziamenti istituzionali «sprecati», al fine di gettare fango sull'organizzazione, quando questi non sono mai esistiti.

Vito Giordano Cardone 

Presidente Fondazione Nikolaos

Rossini scarperosse
 

La replica di Patrizia Rossini:

Nonostante il mio amore incommensurato per la mia terra e per il Sud in generale, obiettivamente riconosco che da noi c’è sempre la cattivissima abitudine  di scrivere un orario di inizio per qualsiasi evento e di cominciare con il quarto d’ora/ venti minuti di ritardo, ma comunque già all’orario previsto si capisce che gli altri arriveranno alla spicciolata, ad integrazione dei presenti, quei pochi che hanno la “cattiva”  abitudine di arrivare puntuali.

È obbligo specificare che nella serata in questione:

1)      La sottoscritta è andata via alle 21,20, dopo aver aspettato 1,30 in una stanza completamente vuota…  era da considerare ancora ritardo accademico?

2)      L’incaricato che a quanto pare stava organizzando lo spostamento, non ha avvisato nessuno, tanto meno l’interessata.  Comunque l’indicazione di presentare il libro nello stesso luogo in cui a seguire ci sarebbe stata la presentazione teatrale, come da programma, è stato suggerito dalla sottoscritta, ma le è stato risposto che non era possibile.

3)      Il responsabile di tutta la manifestazione non solo non ha risposto al telefono, ma non si è preoccupato di far avvisare in alcun modo

Per quanto attiene alla comunicazione, a quanto pare erronea ma  che verificherò personalmente, sull’origine dei  finanziamenti stanziati per questa manifestazione, chiedo scusa anticipatamente se così non fosse. Consiglio, se mi posso permettere, però, di selezionare meglio gli elementi dello staff a cui la sottoscritta ha chiesto per avere come certo,il finanziamento della Regione.

Finanziamenti o non finanziamenti, penso che il rispetto per gli altri passi anche attraverso questi avvenimenti e il modo in cui vengono gestiti, prima, durante e dopo. Le scuse per ciò che è accaduto, FORSE, sarebbero dovute essere d’obbligo. Questo solo per un’ulteriore conferma!

Patrizia Rossini

--------------------------------   

Puglia castelli
 

(Essendo presente agli eventi, da cronista mi corre l'obbligo di precisare che risultano alquanto lisci gli specchi a cui prova ad aggrapparsi la ricerca di giustificazioni nella risposta della Fondazione. Per due motivi:

1. Dopo oltre un'ora di assenza organizzativa, pensare di poter ancora effettuare la presentazione nell'imminenza d'inizio spettacolo è testimonianza, ancora una volta, quanto meno di dilettantismo organizzativo (tra l'altro l'attrezzatura consisteva in un semplice microfono).

2. Proprio la numerosa partecipazione, testimoniata nella foto, allo spettacolo in anfiteatro conferma l'amaro per la piega degli eventi e la convinzione che bastasse solo mantener fede al programma annunciato: che prevedeva la presentazione in quello stesso spazio alle ore 20,00, quando avrebbe anche intrattenuto gli spattatori che per prendere posto erano già in anfiteatro sin prima delle 20,00.

Un semplice "Scusateci", sarebbe molto meglio.

ag)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
nikolaospuglia nei castellirossinifondazionereplica
i blog di affari
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani
Vaccini obbligatori ai bambini, che cosa fare quando l'ex coniuge si oppone
di Avv. Maria Grazia Persico*
Green Pass, uno strumento di discriminazione e di controllo biopolitico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.