A- A+
PugliaItalia
Punta Perotti. La replica di Decaro a Di Paola
D
ECARO REPLICA DI PAOLA: "PARLIAMO DI FUTURO PARTENDO DAI FATTI REALI"
 
 
Il candidato alle primarie del centrosinistra Antonio Decaro replica a Mimmo Di Paola sulla vicenda di Punta Perotti, sulle informazioni diffuse dal candidato di centrodestra, riguardanti la sentenza dell'abbattimento dell'ecomostro.
 
"Prendo atto del fatto che Mimmo Di Paola si sia pentito di aver detto una bugia ai baresi. Infatti, nell'arco di poche ore, forse leggendo la sentenza originale della Corte europea, che ho postato sulla mia pagina di facebook (perché io amo parlare con i fatti): ha trasformato l'abbattimento dei palazzi di Punta Perotti da 'illegittimo' in 'frettoloso e imprudente'. 

Ha dimenticato però di chiedere scusa per questa bugia, ma andiamo oltre. Anche su "frettoloso e imprudente" ci sarebbe da dire. 

Il Comune di Bari, abbattendo quegli edifici, non solo ha rispettato una sentenza della Cassazione, ma ha adempiuto ad una precisa norma del 2004 del Governo Berlusconi che imponeva la demolizione. Frettolosamente, certo, perché, se avrete la pazienza di leggere qui sotto, quella legge (la n. 308 del 15-12-2004) dava al Comune 60 giorni di tempo per adempiere all'abbattimento". 

Ecco qui il testo della legge: “in considerazione del grave pregiudizio arrecato al paesaggio da vasti interventi di lottizzazione abusiva realizzati nella località denominata Punta Perotti nel Comune di Bari, il Direttore Generale per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, verificato il mancato esercizio del potere di demolizione delle opere abusive già confiscate a favore del Comune con sentenza penale passata in giudicato, diffida il Comune medesimo a provvedere entro il termine di 60 giorni, invitando la Regione Puglia ad esercitare, ove occorra, il potere sostitutivo. Il Direttore Generale, accertata l’ulteriore inerzia del Comune, nonché il mancato esercizio del potere sostitutivo da parte della Regione, provvede agli interventi di demolizione avvalendosi a tal fine delle strutture tecniche del Ministero della Difesa”.

"Ora però, io vorrei parlare di futuro - conclude Decaro - ma se proprio Di Paola vuole continuare a parlare del passato, ci sto, almeno mettiamoci d'accordo: evitiamo le bugie".
Iscriviti alla newsletter
Tags:
punta perottibaridecarodi paolacassazione
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.