A- A+
PugliaItalia
radici gruppo 2013
 

Nella suggestione di una sorta di “vigna sconsacrata” come il Relais Histò di Taranto, sono state presentate le nuove edizioni delle guide enogastronomiche curate da Pro Papilla, e annunciate interessanti migliorie del format del Salone del vino “Radici del Sud 2014”, in linea con l’evoluzione del mercato del vitigno autoctono meridionale.

La “celebrazione” laica della V edizione di Radici Wine Experience è avvenuta sotto l’egida di qualificati esperti del settore, fra produttori di olio e di vino, rappresentanti delle associazioni di categoria, ristoratori, chef, maestri pizzaioli, giornalisti, addetti ai lavori e amministratori pubblici.

L’evento, realizzato grazie al contributo dell’Assessorato regionale alle Politiche agricole, è stato occasione per presentare le guide enogastronomiche e per proporre importanti spunti di riflessione per la promozione del territorio regionale e delle sue ricchezze.

radici conv 2013
 

Analizzati i criteri di valutazione seguiti e le peculiarità delle nuove edizioni 2014 delle guide regionali Pizzaviaggando (pizzerie) e Dolceguida (ristoranti/osterie), sono stati presentati all’attenzione del pubblico e proposti alla discussione: temi inerenti il rispetto del territorio, la qualità delle materie prime utilizzate, la salute e la soddisfazione del consumatore, perseguibile attraverso una cucina che tenga presente le tradizioni locali, ma che sia in continuo dinamismo nella capacità di interpretare in chiave moderna l’evolversi del gusto.

Con la successiva presentazione della guida Radici Wines 2014 sono state, poi, anticipate alcune delle novità che in parte trasformeranno il prossimo evento Radici del Sud, per adattarlo alle nuove e diverse esigenze nate dal gran numero delle aziende partecipanti da tutto il Sud Italia e dalla necessità di rispondere in modo ancora più puntuale ai bisogni di un mercato, quello dei vini da vitigno autoctono, in continua espansione ed affermazione.

sommelierrwe2014
 

Dagli organizzatori, per esempio, sarà considerata prioritaria la presenza di un maggior numero di ospiti stranieri dai Paesi indicati dagli stessi produttori: BRIC, USA, Germania, Svizzera, Austria, Paesi dell'Est, considerati come i più affidabili e promettenti, con una formula che consenta loro di allacciare un contatto più profondo con le aziende vinicole e i territori dove nascono i vini.

La serata ha visto, quindi, premiati la pizzeria e la pizza, il maitre, l’enoteca, il ristorante tipico, lo chef emergente e il ristorante considerati, secondo le valutazione delle guide Pizzaviaggiando e Dolceguida, al top nelle loro categorie.

radici sisto 2013
 

Epilogo, infine, di rara statura grazie allo straordinario connubio di talenti e capacità tecniche messi in campo con Ippazio Turco - Fernando Giannuzzi (Lemì-Tricase / Barrique - Martano), Leonardo Vescera - Nazario Biscotti (Il Capriccio - Vieste / Antiche Sere - Lesina),Felice Sgarra - Giovanni Fucci (Umami - Andria / Imperiale - Andria), Agostino Bartoli - Mirko Sardella (Gatto Rosso / Le Vecchie Cantine - Taranto) che insieme hanno sfornato: la Pizza di semola locale (varietà Simeto), fior di latte, foglie di papavero selvatico, sorbetto di olive fresche, pomodoro "pennulo" arrostito al profumo di carrubo, la pizza con sgombro affumicato agli agrumi con salicornia e caprino, la pizza al kamut, velata di passata di pomodoro, stracciatella andriese, cime di rape stufate, pomodorino candito, aceto di lampone, Pizza di grano arso, ricciola affumicata, scamorza affumicata con battuto di aromi della Macchia, originali quanto gustose pizze dai sapori e fragranze mediterranee utilizzando esclusivamente ingredienti di eccelsa qualità e freschezza reperiti per lo più a km 0.

 

LE PIZZE DI QUALITA' DELL'ANNO:

Al buco - Bari

Imperiale - Andria

La Baresana - Bari

Antica Santo Stefano - Casamassima

L’orecchietta - Candela

Da Massimo - Foggia

Don Vincenzo - Gallipoli

Le tre sorelle - Gallipoli

Checco Pizza - Lecce

Barriques - Martano

Premiata Pizzeria - Putignano

Borgo Antico - Vieste

 

LE PIZZERIE DI QUALITA' DELL'ANNO:

Soip amaur - Andria

Da Donato - Bari

La Campagnola - Bitritto

Il Patriarca - Bitonto

Doppio zero - Cisternino

Il Vecchio Gazebo - Molfetta

Le vecchie cantine -Taranto

 

I locali dell'anno premiati a Radici wines experience 2013

Maitre dell'anno: Roberto Sgarra - Ristorante Umami - Andria

enoteca con cucina dell'anno: Pepe Nero - Taranto

ristorante tipico dell'anno: ex aequo: Scinuà - Putignano / Gatto rosso - Taranto

Chef emergente dell'anno: Salvatore Carlucci -La barca di Ciro - Marina di Pulsano

Ristorante dell'anno: Menelao a Santa Chiara - Turi

la novità dell'anno: La claque - Molfetta

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
radiciguideexperiencetarantopizzeristoranti
i blog di affari
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.