A- A+
PugliaItalia
Primarie, Olivieri Realtà Italia 'Prima di quando , scriviamo come '

di Antonio V. Gelormini

Giacomo Olivieri, presidente di Realtà Italia, sembrava essere rimasto in letargo dopo la performace personale alle primarie, per decidere il candidato a Palazzo di Città a Bari, e l'affermazione del suo partito che elegge l'unico Presidente di Municipio (Andrea Dammacco a Poggiofranco) al primo turno e tre Consiglieri Comunali: lo stesso numero di quelli eletti nella lista di "#Decarosindaco".

Forse anche un po' piccato da una sorta di "disattenzione" istituzionale verso i risultati conseguiti non solo a livello locale, ma anche nelle regioni in cui il suo Movimento si è radicato (Abruzzo, Molise e Lucania oltre la Puglia), coglie al volo l'occasione del dibattito apertosi sulle primarie proprio nel giorno in cui il neo eletto sindaco di Bari incontra il Presidente Schittulli e invia una missiva, la busta è intuibilmente indirizzata a Michele Emiliano, mentre la lettera è diretta ad Antonio Decaro.

Smau Decaro
 

"A noi di Realtà Italia prima di decidere la data interessa scrivere le regole, che disciplineranno questa nuova competizione all’interno del centro-sinistra.  Per questo negli ultimi giorni stiamo dicendo a tutti di sederci intorno a un tavolo per  tracciare  un percorso che porti democraticamente e rapidamente alla definizione di un regolamento utile a disciplinare le primarie. E stiamo suggerendo di incontrarci al più presto per evitare di farlo durante la campagna elettorale o addirittura alla vigilia del voto. Oggi, il tempo per fare le cose per bene non manca".

"Dobbiamo rimarcare - continua Olivieri nella nota diffusa - che noi siamo contrari alle telefonate dell’ultima ora, a quelle che ti costringono a prendere decisioni anche importanti su due piedi. Noi diciamo NO alle primarie dell’improvvisazione. Non vogliamo che anche queste siano caratterizzate dalla cattiva organizzazione. Senza dimenticare che un regolamento condiviso e chiaro garantisce un solo grande risultato noto a tutti: il coinvolgimento massiccio dell’elettorato e dunque un risultato più vero e forte".

RealtàItalia liste
 

"A noi piace l’idea che queste primarie possano risultare, grazie ad un regolamento condiviso e chiaro per tutti, immuni da eventuali tentativi di inquinamento del voto da parte di soggetti estranei alla coalizione".

Il piglio è tornato deciso e insistente: "Speriamo che questa nostra presa di posizione, sulla quale non faremo sconti a nessuno, sia condivisa da tutti gli altri partiti della coalizione. Anche da quelli che più volte quest’anno durante le primarie baresi non sono intervenuti, a volte senza nemmeno avere una valida giustificazione, ai tavoli della coalizione, provocando in alcuni casi un pericoloso ritardo nelle decisioni da prendere per il successo delle primarie e per il bene dell’intera collettività".

"Se vogliamo confermare anche in ambito regionale il successo ottenuto a Bari - conclude Giacomo Olivieri - dimostriamo agli elettori che abbiamo fatto tesoro degli errori commessi dall’ inizio anno anche in altre città. Riuscirci non ci sembra una impresa impossibile. Anzi, a pensarci bene è un nostro dovere".

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
olivierirealtà italiaprimarieregionaliquandocomedateregole
i blog di affari
Cav in campo per le Comunali: "Con Salvini intesa su tutto"
"Ecco il nostro compito: un partito repubblicano"
Petagna (Sorgente SEIN) spiega la svolta del Gruppo Mainetti
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.