A- A+
PugliaItalia
Regionali, azzurri nella tormenta. Ncd: "A Sud facciamo la differenza"

Bari - Quando Raffaele Fitto sgancia il siluro e chiede di azzerare tutte le nomine interne nel partito, lo scenario è già chiaro: azzurri doppiati dalla Lega in Emilia Romagna e fermi a due seggi contro gli otto di Matteo Salvini. Travolti in Calabria, al 23%, mentre gli alfaniani esultano per gli otto punti del tandem centrista: "Basta con le nomine. Basta con i gruppi autoreferenziali che hanno determinato in questi mesi una politica e una comunicazione inefficaci, basta con una linea politica incomprensibile e ambigua", tuona l'ex Ministro di Maglie. "È anche lui un dirigente di questo partito", gli rimbrotta Giovanni Toti, aprendo un lungo stillicidio di dichiarazioni, dentro e fuori il perimetro forzista.

Fitto: "Azzeriamo tutte le nomine"/ La replica di Toti/  Regionali, guerra sui sondaggi. Ipr: "Schittulli a 6 punti da Emiliano"

Il timore è quello dell'effetto domino sulle elezioni della primavera prossima e l'astensionismo altissimo, in entrambi i casi sopra il 50%, non vale in alcun modo come attenuante: "Il centrodestra come lo abbiamo conosciuto è finito", suona il requiem Giorgia Meloni, "Forza Italia non può fare contemporaneamente il campione del centrodestra e il fiancheggiatore del centrosinistra". E se Matteo Renzi rivendica la vittoria, a poco serve al Cavaliere, ricordare ai suoi che la Lega poteva permettersi di giocare all'attacco perchè senza il fardello delle riforme: gli uomini dell'ex Governatore pugliese fanno quadrato ed il fronte dei dissidenti si allarga di ora in ora. "È urgente inaugurare un sistema di legittimazione dal basso, affidando il timone delle scelte alla nostra gente. Servono primarie ad ogni livello e non 'primine' con maestrini senza consenso, simili a quelle andate in scena tristemente a villa Gernetto questo week end", rincara la dose il neodeputato Nuccio Altieri, impallinando il meeting capitolino di giovani leve al quale ha preso parte anche la leccese Federica De Benedetto, "è offensivo che il partito scelga i propri giovani attraverso un casting da sfilata di paese".

A stilare il referto è il penalista Francesco Paolo Sisto: "Si può perdere per essere stati lontani dal nostro terreno di gioco? Si può ignorare che, da parte di Renzi e di Salvini, è in corso una vera e propria OPA sull'elettorato e sullo stesso pensiero di centrodestra, moderato e no che sia?", mette sul tavolo, invocando la ricostruzione di una "invincibile armada" a pochi mesi dallo scontro frontale delle flotte anche nel Tacco.

Cdx, tutti su Schittulli? Fitto lancia segnali/ Emiliano: "Avrei corso anche contro Nichi"/ Schittulli: "Con Marmo obiettivo comune"

L'ultimo tavolo di coalizione si traduce in un rinvio ad imminenti scelte definitive sulla testa di serie e le priorità programmatiche. Ma pur sempre un rinvio, funzionale ad attendere maggiori certezze sui gazebo a sinistra e con i centristi che lasciano balenare anche lo spettro di una poco probabile corsa in solitaria: "Ncd si conferma forza viva e che può fare la differenza", avvisa Massimo Cassano, sull'onda del "quasi 9%" sfiorato dal calabrese D'Ascola. Francesco Schittulli resta in pole per la proclamazione - con buona pace dell'andriese Marmo - ma non è detto che i numeri emiliani (in senso geografico) non inducano i forzisti a schierare una sola lista accanto a quella dell'oncologo, evitando qualsiasi dispersione di potenziale e scongiurando il rischio eventuale di sorpasso da parte del professore. "Il mio obiettivo è riuscire a raggiungere tutti coloro che, delusi, si sono arresi, convinti che tanto sono tutti uguali", promette l'ex Presidente della Provincia. E la strada è tutta in salita.

(a.bucci1@libero.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
regionalifiazzurritormentancdsudfittoberlusconitoti
i blog di affari
Super Green Pass al via: un ricatto, una forma di apartheid
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.