A- A+
PugliaItalia
Riccardo Muti al Teatro Petruzzelli In Puglia con l'Orchestra Cherubini

E' una ventata di fresco spirito decisamente giovanile quella che da qualche giorno attraversa i palchi, le poltrone e il palcoscenico del Teatro Petruzzelli. Dopo l'invasione di spettatori children e teen-ager, per la proposta del Barbiere di Siviglia 'young version' (a cui seguirà il mese prossimo 'Il giovane Artù' con musiche del maestro Nicola Scardicchio), ecco sopraggiungere l'annucio dell'arrivo della blasonata Orchestra Giovanile "Cherubini" e del suo prestigioso Direttore.

Sabato 13 dicembre il maestro Riccardo Muti con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini sarà protagonista di un evento straordinario al Teatro Petruzzelli.

Il concerto rientra in una tournée che toccherà alcune delle realtà musicali e dei teatri più significativi d'Italia, nel segno di un sempre più intenso rapporto fra il maestro Muti e l’orchestra che lui stesso ha fondato.

“Avere sul podio del Petruzzelli il maestro Muti – dichiara il sovrintendente della Fondazione Petruzzelli Massimo Biscardi – è per noi un onore e una grandissima gioia. Il mio auspicio è che questo sia solo l’inizio di una intensa collaborazione”.

Fra le tappe previste anche il nuovo auditorium dell'Opera di Firenze e la storica sede del Conservatorio di musica San Pietro a Majella di Napoli, dove a Muti, che li ha studiato, è stata recentemente intitolata una sala.

Spicca nel calendario della tournée una grande attenzione per la Puglia, dove la Cherubini si esibirà oltre che al Teatro Petruzzelli di Bari anche a Foggia mercoledì 10 dicembre e ad Altamura giovedì 11 dicembre in occasione dell’inaugurazione, dopo il progetto architettonico di restauro, del Teatro Saverio Mercadante, per cui la Fondazione Petruzzelli curerà la Stagione Sinfonica 2015.

Muti Petruzzelli
 

"Una tournée che abbiamo definito in tempi brevissimi - sottolinea Mario Salvagiani, Presidente dell'Orchestra - a seguito della decisione del Maestro Muti di rinunciare alla direzione dell'Aida all'Opera di Roma e dell'indicazione di volersi dedicare da questo momento in poi, in Italia, soprattutto ai giovani musicisti della Cherubini. Desidero anche ringraziare - aggiunge ancora Salvagiani - i responsabili dei teatri, che da tempo ci avevano chiesto di poter ospitare la Cherubini, per aver confermato immediatamente le date che abbiamo proposto".

Biscardi Petruzzelli
 

Sarà un'occasione per dare risalto al prezioso lavoro di formazione dei giovani musicisti che Riccardo Muti sta conducendo con questa orchestra da ben dieci anni e che, dal primo concerto (13 dicembre 2004) a Piacenza dove ha sede, l'ha portata, con organico periodicamente rinnovato, ad esibirsi con successo in molti teatri italiani nonché per le più prestigiose istituzioni internazionali: dal Festival di Pentecoste a Salisburgo - dove è stata protagonista del progetto quinquennale dedicato al Settecento napoletano -, alla Sala d'oro del Musikverein di Vienna, dai teatri di Madrid, Parigi, Buenos Aires a quelli di Mosca e San Pietroburgo.

Percorsi che si intrecciano all'annuale residenza estiva al Ravenna Festival, che l'ha coinvolta da protagonista in innumerevoli produzioni operistiche nonché nei concerti per le Vie dell'amicizia, l'ultimo ai piedi del sacrario di Redipuglia nel centenario della Grande Guerra, insieme a musicisti provenienti da orchestre di tutto il mondo.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
mutipetruzzellicherubinipugliaaltamurafoggiabari
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.