A- A+
PugliaItalia
S. Severo Comitato Sicurezza dal Prefetto Michele Emiliano: 'Combattere indagando'

Il sindaco di San Severo, Francesco Miglio, e l'assessore alla Legalità, Michele Emilano, insieme alla giunta della città dauna, raccolgono il frutto di un'azione intensa di sensibilizzazione all'allarme sicurezza scattato dopo il succedersi "concentrato" di attentati delle ultime ore.

È fissata per mercoledì 14 gennaio alle 10.15 in Prefettura la riunione del  Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica con il Prefetto Maria Tirone. Ad annunciarlo lo stesso sindaco Francesco Miglio che ha inteso ringraziare il Prefetto per aver accolto la sollecitazione delle scorse ore a seguito degli ultimi attentati dinamitardi.

SanSevero all3
 

“La risposta immediata giunta dalla Prefettura – spiega Miglio – è un segnale importante che conferma il clima di collaborazione tra le istituzioni e la voglia di tutti a trovare soluzioni utili a contrastare questi atti delinquenziali”.

Il primo cittadino aveva commentato gli episodi che hanno diffuso timore e inquietudine tra i cittadini: “La città di San Severo nelle ultime ore ha fatto registrare una serie di attentati dinamitardi che non possono essere ulteriormente sopportati dalla comunità locale che vive nella paura. Per questo torneremo a sollecitare ulteriormente la Prefettura al fine di convocare con urgenza il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica”.

 

Tirone Fg
 

 

“Non è pensabile che il territorio di San Severo, i commercianti, gli imprenditori e i cittadini - aveva aggiunto, convocando una giunta straordinaria - diventino ostaggio di un clima di paura. Siamo consapevoli che le forze dell'ordine, nonostante l'organico ridimensionato ormai da tempo, stanno presidiando il territorio al meglio, ma è necessario al più presto fornire risposte concrete alla popolazione. Siamo certi che il neo Prefetto, la dottoressa Maria Tirone, che si è dimostrato attento e presente già dalle prime ore del suo insediamento, ci fornirà a breve la data di convocazione del tavolo per analizzare con le forze dell'ordine la situazione difficile che nelle ultime ore si è registrata in città”.

Emiliano SanSevero5
 

E mentre Francesco Miglio si appella ai cittadini invitandoli ad una maggiore collaborazione, per l'Assessore alla legalità Michele Emiliano, i fatti accaduti negli ultimi giorni, e la criminalità, in particolare "Si combattono indagando. E' una battaglia che si fa soprattutto negli Uffici della Procura della Repubblica", dichara Emiliano ai microfoni di Teleblu.

"E' chiaro, poi - prosegue l'Assessore e candidato alla presidenza della Regione Puglia per il Centrosinistra - che esiste un altro aspetto di lungo periodo nel quale bisogna fare in modo che le nostre famiglie producano buoni cittadini, e non cattive persone. Bisogna lavorare nelle scuole.

E' vero anche", chiosa ironico, "che in questo momento con le bombe che scoppiano, se uno dice di voler andare nelle scuole a fare educazione alla legaltà, ti prendono a calcioni. In questo momento - conclude Emiliano - bisogna fare delle belle indagini, ed arrestarli tutti. Poi si ragiona."

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
miglioemilanotironeprefettofoggiasicurezzaallarmecomitato
i blog di affari
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.