A- A+
PugliaItalia
Salento, la culla e il saltatore maldestro

In un angolo del cortile giardinetto retrostante la casa d’abitazione della mia famiglia era rimasto in piedi un albero di mandorlo: per la verità, esso faceva bella figura non tanto per la resa in frutti, ma più che altro per il delicato profumo delle sue bianche infiorescenze stagionali.

All’età di sette od otto anni, in un pomeriggio d’avvio estate, mi stavo intrattenendo in detto spazio in compagnia della mia sorella minore, la quale, da poco, si era ”lasciata”, aveva, in pratica, iniziato a camminare da sola.

Scalavo il tronco, fermandomi poi sui primi rami della pianta: da lì saltavo a terra fra le risate di gioia della piccola. Così, due, tre, infinite volte; sennonché, all’ennesima esibizione, il piede d’appoggio toccava il pavimento purtroppo in posizione scoordinata, procurandomi un leggero indolenzimento che m’induceva ad interrompere l’esercizio.

CAM00417
 

Dopo di che, porgevo la mano alla sorellina accompagnandola in casa e, non so dietro quale misteriosa ispirazione, andavo a sdraiarmi all’interno della sua culla di legno, munita di fiancate alte come una minuscola barca, nella camera da letto dei miei genitori, dove prendevo quasi immediatamente sonno.

Scorrevano le ore e giungeva la sera: il “saltatore” maldestro si era come dileguato, invano la mamma e i fratelli lo cercavano in casa, dai nonni nelle vicinanze, per le strade adiacenti.

Io ero sparito e, intanto, si era fatto buio.

Ad un certo punto, per fortuna, a qualcuno dei parenti capitò di entrare nella camera da letto e di posare lo sguardo all’interno della culla: il terribile discolo era proprio lì beatamente addormentato.

Veniva in tal modo a svanire l’incubo del panico che si era ingenerato, ma rimaneva a risuonare, per un bel pezzo, il coro di rimbrotti, del tutto meritati, al mio indirizzo.

di Rocco Boccadamo

Iscriviti alla newsletter
Tags:
salentomandorlosaltatorecullarocco boccadamo
i blog di affari
Il New York Times minimizza l'omicidio del ricercatore italiano Davide Giri
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.