A- A+
PugliaItalia
Salento, Luigi De Giovanni Una mostra per marine

di Antonio V. Gelormini

 - La mostra di Luigi De Giovanni, allestita nelle Scuderie di Palazzo Gallone a Tricase (Le), è un'anteprima del progetto itinerante, che attraverserà le marine da Leuca ad Otranto rigorosamente ritratte en plein air.

Una vera e propria ventata di colori, che come brezza di mare vuole spingere questa mostra lungo la costa salentina, al ritrmo senza tempo dell'adagio leopardiano:il naufragar m’è dolce in questo mare”Curata dalla giornalista Antonietta Fulvio, la mostra è patrocinata e organizzata dal Comune di Tricase in collaborazione con Il Raggio Verde edizioni e l’associazione “e20Cult”.

Un’anteprima che esprime al meglio il tema delle manifestazioni che l’Assessorato alla Cultura del Comune di Tricase ha voluto ideare per il Natale 2014, spiega l’assessore Sergio Fracasso: “Con il segno e i colori 

Luigi De Giovanni sta ‘dipingendo’ le nostre coste, puntando l’attenzione sulla salvaguardia dell’ambiente e sulla valorizzazione dell’immenso patrimonio naturalistico salentino. Infatti, sono proprio la sostenibilità ed l'ecologia ad essere al centro della nostra attività culturale. In questo quadro il 30 dicembre, dalle 18 alle 24Tricase vivrà una “EcoNotte” incentrata sulla sostenibilità dell’Arte, mettendo in evidenza artisti e musicisti del luogo, in una sorta di testimonianza di Arte a km zero. 

tricaseporto
 

 

E nell’ambito dell’EcoNotte, che coincide con il finissage dell’evento espositivo, ci sarà anche un doppio incontro d'autore: la bellezza delle marine di Luigi De Giovanni con le parole di Lucia Accoto,  autrice di “Mena” che, nel libro edito da Il Raggio Verde, racconta e fa vibrare le atmosfere del Sud, cogliendone insolite prospettive e lasciandone fluire, attraverso il recupero dei ricordi, profumi e visioni. Un’alchimia tra segno e scrittura in un continuum di emozioni, capace di coinvolgere tutti i sensi.

 

La mostra è il primo tassello di un progetto espositivo che parte da Tricase. Un omaggio al mare, e alla natura, nel solco di un percorso personale dell’artista che, dopo il successo di critica e di pubblico ottenuto con le precedenti mostre - La rinascita di FloraDialogo con la natura- oltre i 16:9 - che sono approdate nelle città di Mesagne, Brindisi e Tricase, continua la sua ricerca nel segno della ri-scoperta del paesaggio.

 

Luigi De Giovanni continuando a dipingere la luce e i luoghi, rigorosamente en plein air, comporrà un itinerario pittorico, attraversando i comuni di Alessano, Andrano, Castrignano del Capo, Castro, Corsano, Diso, Gagliano del Capo, Ortelle, Otranto, Santa Cesarea Terme, Tiggiano e Tricase. Per tracciare, costa dopo costa, un percorso che è materia e colore, segno e memoria. Perché l’arte sia uno strumento di valorizzazione e di promozione dei luoghi e di un ritorno ai luoghi per un approccio più autentico con la Natura.

 

La mostra è stata allestita dall’architetto Stefania Branca, e vuole rappresentare un percorso ricco di fascino e di storia, partendo dalla punta del tacco, Santa Maria di Leuca, fino a risalire la costa adriatica salentina e giungere ad Otranto e al suo faro: la Punta Palascia, l’estremo più orientale d’Italia.

 

de giovanni luigi
 

-------------------------------

 

Nato a Specchia dove ha un proprio Atelier, Luigi De Giovanni vive ed opera tra il Salento e Cagliari. Diplomatosi all'Istituto d'Arte di Poggiardo e diplomatosi all'Accademia di Belle Arti di Roma, Luigi De Giovanni ha all’attivo una lunga carriera artistica che lo ha visto tenere mostre in tutto il mondo: New York, Tokyo, Parigi, Bruxelles, Madrid, Siviglia e recentemente Cannes, oltre che nelle principali città italiane, da Milano a Roma, Firenze, Pisa, Ferrara, Lecce; Brindisi.

 

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
salentode giovannimostraitinerantetricase
i blog di affari
Covid, la scienza ideologica al soldo del potere dei gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.